AFRAGOLA – Presenti comunque, Claudio Grillo e Michele Bencivenga, stamattina al bar “Arancia Blu”, l’attività commerciale della famiglia Migliore che doveva fungere da scenario al famoso confronto saltato ieri dopo il rifiuto del sindaco uscente Mimmo Tuccillo. Presa di contropiede la giornalista Veronica Di Palo – stamattina presente nel locale pubblico di Via Dario Fiore – ci ha tenuto a ribadire la sua estraneità alla pretattica paventata dalla nostra testata e davanti a Claudio Grillo e il Prof. Michele Bencivenga ha riaperto il discorso “confronto politico” e ha riorganizzato un altro incontro per Domenica 3 Giugno alle ore 11. “Ho una credibilità da difendere” ha esclamato la giornalista e questo è stato lo spirito dell’organizzazione del nuovo incontro. Ella ha promesso di rinnovare l’invito al sindaco Tuccillo, con la speranza che stavolta riesca a capire che ad un confronto democratico un buon politico non si sottrae.

Intanto ad Afragola la figura di Claudio Grillo rompe gli schemi. La dimostrazione che l’imprenditore afragolese non è manovrato da nessuna ombra sta nel fatto che questa campagna elettorale sta via via prendendo le sembianze del suo modo di essere. I toni non si alzano al punto tale da scendere nella trascendenza, non perché Claudio Grillo l’abbia imposto ma perché tutti i candidati hanno capito che una bassezza potrebbe non essere in linea con il perbenismo che non solo Claudio Grillo predica nelle sue uscite pubbliche ma riesce ad impersonificare a pieno. Il fatto che quello che Grillo dice non sono solo chiacchiere al vento sta nell’accettare – questa notizia di pochi minuti fa – la proposta messa su da un cittadino afragolese Francesco Petrellese su aderire al crowdfunding organizzato da Giuseppe Delle Cave di “Libera contro le mafie” per migliorare e istituire altri 100 orti botanici all’interno della “Masseria Francesco Esposito Ferraioli”.

Infatti Claudio Grillo attraverso la sua comunicazione ufficiale denominata “Casa Afragola” che prende il nome dal comitato da lui voluto e realizzato, comunica agli afragolesi la sua adesione a tale iniziativa, così sulla pagina ufficiale di Facebook: “È con immenso piacere che annunciamo alla cittadinanza afragolese che il nostro candidato sindaco CLAUDIO GRILLO intende accettare la proposta fatta a mezzo social dal cittadino Giuseppe Delle Cave di “Libera contro le mafie”.

Pertanto il nostro candidato sindaco Claudio Grillo proporrà, di conseguenza, ai candidati delle sue dieci liste di elargire un contributo di € 10,00 cadauno e di devolvere il ricavato alla “Masseria Antonio Esposito Ferraioli”, mediante bonifico bancario.

Questo a dimostrazione della nostra enorme ecumenicità che ci caratterizza poiché una buona idea per la città, resta una buona idea al di là del colore politico e il nostro unico intento è quello di ascoltare tutta la cittadinanza e di mettere in atto qualsiasi buona idea che può migliorare la nostra amata Afragola.

È vero la Masseria è al centro di tutti i programmi, ma la credibilità deve essere figlia di chi emette le parole e di chi scrive i programmi. Dalla nostra parte abbiamo il vantaggio che il nostro candidato sindaco, anche nella sua vita professionale, non ha mai disatteso le aspettative di nessuno.

E c’è di più, se Grillo sarà sindaco, altri siti che una volta appartenevano alla camorra, saranno restituiti dignitosamente alla città di Afragola.

Questa è la nostra natura e questo sarà il nostro spirito se la cittadinanza afragolese ci premierà con la sua fiducia”.

Rispondi