ROMA – “E’ stato giusto non andare in Israele, la sicurezza viene prima di tutto“: così l’attaccante della Juventus e della Nazionale argentina Gonzalo Higuain, in un’intervista a Espn rilanciata dal maggiore quotidiano argentino Clarin, commenta l’annullamento della partita fra Israele e Argentina per le minacce dei gruppi terroristici ai giocatori sudamericani. Higuain è stato l’unico giocatore a parlare della vicenda: “alla fine è stata fatta fare la cosa giusta, la sicurezza e il buon senso sono al primo posto“.

SUL FUTURO – L’attaccante bianconero ha poi parlato del suo futuro: «Ho un contratto con la Juventus e nessuno mi ha comunicato nessuna variazione, sono molto tranquillo, la mia anima resta a Torino per ora. Se un giorno mi piacerebbe giocare in Premier? Certo che sì, è il miglior campionato al mondo e mi affascina molto. Guardare le partite inglesi è sempre uno spettacolo». Il pipita ha anche parlato dell’addio di Buffon: «E’ stato meraviglioso giocare con lui, essere suo amico, posso solo dire che è un grandissimo dentro e fuori dal campo. Mi ha detto che ci guarderà, sicuramente simpatizzerà per l’Argentina…».

MONDIALE E DYBALA – Nella testa di Higuain c’è soltanto il suo terzo Mondiale: «E’ sempre un sogno giocare questa competizione, è la sfida che affronto ora con una maturità maggiore e che tutti vogliamo vincere. Mi sento molto bene, la famiglia mi ha dato tanto, la testa è tutto nella vita. Se uno sta bene di testa, il resto arriva di conseguenza. Dybala ha sofferto quando era rimasto fuori dalle convocazioni ma ora è molto tranquillo e si sta allenando bene, si sta preparando al meglio per questa grande avventura», ha concluso l’attaccante argentino.

Tratto da Corriere dello Sport.it

Rispondi