Tutta colpa del Manchester City, o quasi, scrive quest’oggi Il Roma raccontando, in un articolo a firma Giovanni Scotto, alcuni retroscena riguardanti la trattativa per Jorginho: “Il Napoli tiene duro, e non molla. Il club azzurro aveva chiesto 60 milioni di euro per il regista, ed il club inglese aveva fatto capire che non ci sarebbero stati problemi. Una sorta di intesa verbale. Poi i ripensamenti, con l’offerta abbassata di ben 15 milioni di euro. Il Napoli ha detto “no” ai 45 milioni offerti, nonostante l’inserimento della contropartita tecnica rappresentata dal trequartista Zinchenko, che non interessa a De Laurentiis, almeno ad oggi. 45 milioni sarebbe una cifra di tutto rispetto e una bella plusvalenza (Jorginho fu pagato 10,5 milioni dal Verona), ma se il City disse sì (anche se solo a parole) a 60 milioni, bisogna venirsi incontro. Ecco che il club azzurro sarebbe sceso a 55 milioni, non un euro in meno. Il City dovrà rilanciare, forse già domani. Il Napoli sa che sta – forse – tirando la corda, perché ad oggi non ci sono altre pretendenti per Jorginho, e perché i 45 milioni offerti non erano da buttare. Ma si sa, De Laurentiis ha la testa dura, e cede solo alle sue condizioni”.

Tratto da Tuttonapoli.net

Rispondi