“Guardiamo avanti, che ci attende una grande sfida. È inutile pensare a ciò che è successo in queste ore. Non serve a nulla. Siamo venuti per fare un grande Mondiale e l’obiettivo non cambia”.
FIDUCIA E NESSUN CAMBIO — Fernando Hierro ha le idee chiare e nella sua prima conferenza stampa da c.t. della Spagna trasmette sicurezza, esperienza e vitalità. Il presidente della federcalcio Rubiales lo ringrazia ripetutamente e Hierro dice di non aver avuto alcun dubbio: “Si tratta di un’opportunità unica che accetto con voglia e forza. Agli spagnoli dico di aver fiducia, perché il gruppo è buono e ha le idee chiare. Cambi? Nessuno, perché non c’è tempo e soprattutto perché in questi due anni si è lavorato molto bene. Non c’è nulla da ritoccare”.
DUE CAMBI NELLO STAFF — Hierro è passato da d.s. a c.t. e non pensa al futuro: “Io sono concentrato solo sul Portogallo. Poi lo sarò sull’Iran e quindi sul Marocco. Non è il momento di pensare ad altro, a cosa farò dopo il Mondiale, se continuerò qui o meno. Sono stato allenatore, poi ero tornato a fare il d.s. e ora rieccomi in panchina. Al centro di tutto però c’è sempre il pallone”. Hierro sarà raggiunto domani da due persone che hanno lavorato con lui quando allenava l’Oviedo, in sostituzione dei due uomini che in queste ore stanno volando verso Madrid con Julen Lopetegui. La Spagna riparte, scossa dalle fondamenta. La partita col Portogallo ci dirà come sta, se sarà capace di metabolizzare queste 24 ore di follia.
Fonte: Gazzetta dello Sport.it

Rispondi