Resta sintonizzato

Calcio

⚽ Napoli, Ancelotti si è presentato: “Sono ambizioso, CR7 uno stimolo in più. Su Mertens, Hamsik e Meret…”

Pubblicato

il

DIMARO FOLGARIDA (Trento) – “Perché ho accettato il Napoli? In primis perchè il Napoli ha creduto nelle mie capacità, poi la voglia di tornare in Italia e soprattutto perché ho trovato una società che ha voglia di crescere, di migliorare e da un punto di vista tecnico una squadra che mi soddisfa, che ha una filosofia di gioco molto interessante e molto vicina alle mie idee. Accetto questa sfida con molto entusiasmo. Obiettivo? Rendere la squadra competitiva in tutte le competizioni e su tutti i fronti il più a lungo possibile. Se siamo dentro a tutte le competizioni a marzo/aprile poi faremo i conti”. Carlo Ancelotti si presenta così a Dimaro nella sua prima conferenza stampa da allenatore del Napoli. Accompagnato dal presidente, Aurelio De Laurentiis, ha spiegato come giocherà il suo Napoli (4-3-3, 4-3-2-1 o 4-2-3-1), parlato di mercato, ma anche dell’arrivo di Cristiano Ronaldo alla Juventus.

L’ARRIVO DI CR7 – “Conosco molto bene Cristiano, è forse il migliore giocatore al mondo. Casualmente arrivo in Italia nell’anno in cui arriva anche lui, ma il calcio italiano trae sicuramente vantaggio da questo, e non solo la Juventus, ma tutte le squadre. Per noi sarà una motivazione in più rivaleggiare con loro fino alla fine”.

TOP PLAYER – “Non sono sempre quelli che guadagnano di più, bensì quelli più bravi e funzionali al nostro progetto. Chiunque è arrivato qui a Napoli ha le qualità giuste per migliorare questa rosa, che ribadisco era già competitiva di per sé. Non a caso la prima cosa che ho detto al presidente è stata quella di tenere la struttura portante di questa squadra che tanto bene ha fatto lo scorso anno”.

HAMSIK, MERTENS, MA NON SOLO – “Non ho mai imposto giocatori a nessuno e mai lo farò. Il ruolo di Hamsik? Sicuramente andremo a lavorare molto con lui per la sua posizione in campo. Sono convinto che Marek possa fare il regista proprio nel ruolo di Jorginho. Mertens? Non credo possa fare l’ala, ma ha qualità per giocare anche tra le linee senza problemi”. 

SE TELEFONANDO… – Negli ultimi tempi è stato scritto di tutto: che ho parlato con Cristiano Ronaldo, con Cavani, Benzema, Di Maria, David Luiz, Vidal…Non ho mai parlato con nessuno di loro, in queste settimane ho parlato molto col ds Giuntoli e un pochino con il presidente. Non ho mai imposto giocatori a nessuno e mai lo farò, ogni società ha le sue caratteristiche, i suoi obiettivi, e se io sono venuto a Napoli è perché ho visto una squadra molto competitiva”.

COSA SERVE – “Il reparto difensivo? Siamo alla ricerca di un laterale destro, come sapete, poi bisogna valutare le condizioni di Ghoulam. Dovrà fare un breve periodo di rieducazione, contiamo di averlo per l’inizio del campionato. Con piacere di tutti Albiol ha deciso di rimanere, poi abbiamo Chiriches, Maksimovic, Tonelli, Luperto che ha fatto molto bene con l’Empoli l’anno scorso e che in questi giorni stiamo valutando. Siamo alla ricerca solo di un laterale destro”.

IL VAR –  “Ottima innovazione, lo sta dimostrando anche il Mondiale. Ne va migliorata l’applicazione ma in linea di massima è una soluzione positiva per tutto il calcio. Evita polemiche e discussioni”.

L’ATTACCO – “Milik è una garanzia quando sta bene. L’infortunio è alle spalle, ora deve trovare continuità. Con lui, Inglese e Mertens il reparto offensivo sta a posto”.

PASSIONE – Io voglio rendere felice la gente di Napoli, so quanta passione c’è, questo è il mio obiettivo. La loro passione può rappresentare per noi un vantaggio. L’ambiente – se si considera sotto l’aspetto positivo della passione – sicuramente ci stimolerà.

CT? NO, GRAZIE – Se ho preferito il Napoli alla Nazionale? In tutti i colloqui avuti con la Figc il mio desiderio era quello di continuare ad allenare un club. Mi diverto molto a fare quello che faccio, a stare sul campo tutto i giorni, a preparare gli allenamenti. Fino a che non cambio il “chip” cerco sempre una squadra di club”.

IL PORTIERE? DEVE PARARE – “Meret? E’ il mio portiere ideale. Il calcio sta cambiando molto e anche il ruolo del portiere. Per me il portiere ideale è quello che para. Punto. Che abbia due mani che possano parare”.

IL RAPPORTO CON ADL – “Come si può rendere felice De Laurentiis? Al momento lui ha reso felice me, mi ha invitato a Capri… Io credo che la felicità si raggiunga insieme. Per un allenatore il rapporto con la società è la cosa più importante, in base a quello diventa più facile il rapporto con la squadra. Non mi ha chiesto nulla in particolare, so che è ambizioso, ma lo sono anch’io”.

IL MONDIALE – “Mi è piaciuto. La qualità del gioco è stata interessante, a tratti sorprendente. Tutti si aspettavano il Brasile, me compreso. Ci si aspettava che i top facessero la differenza, ma il calcio è cambiato. Conta il gruppo”.

Fonte: Corriere dello Sport.it
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calcio

Diritti TV, Serie A a DAZN per il prossimo triennio: battuta la concorrenza di Sky

Pubblicato

il

16 voti a favore e 4 contrari da parte delle società.

Dazn si è aggiudicata i pacchetti 1 e 3 per una cifra pari a circa 840 milioni di euro a stagione: trasmetterà quindi 7 gare a giornata in esclusiva (pacchetto 1) e 3 gare in co-esclusiva (pacchetto 3). Gli unici quattro voti contro l’offerta della piattaforma di streaming sono arrivati da Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo.

Hanno votato a favore, invece Atalanta, Benevento, Bologna, Cagliari, Fiorentina, Hellas Verona, Inter, Juventus, Lazio, Milan, Napoli, Parma, Roma Spezia, Torino e Udinese.

Resta in ballo il pacchetto 2, contenente le 3 gare in co-esclusiva con Dazn: la Lega potrà discuterne con Sky (che ha offerto 70 milioni a stagione) fino a lunedì 29 marzo.

Continua a leggere

Calcio

Raffaella Fico a “Si Gonfia la Rete”: “Tifosa del Monza? No, il mio cuore è azzurro e su Balotelli…”

Pubblicato

il

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuta Raffaella Fico, showgirl.
Insieme a Gaetano Gaudiero saremo in onda con ‘La paranza del sabato’ dalle 9:00 alle 12:00, tratteremo di attualità e non solo, ci saranno tante sorprese e tutorial. Ci rapporteremo con le persone che ci seguono. Se dovessero farmi qualche domanda parleremo anche di quello, sono una grande tifosa del Napoli.
Balotelli al Napoli? Non devono chiederlo a me, sono cose societarie! Le persone hanno sempre modo di potersi riscattare. Non credo ma mai dire mai. Tifosa del Monza? No, il mio cuore è azzurro, non tradirei mai la mia squadra. Momento del Napoli? Sono fiduciosa, la squadra si è risolevvata. E’ stata sfortunata a causa degli infortuni ma c’è la possibilità di recuperare, spero che ci possano sorprendere.
Pro Gattuso o contro? Non mi colloco ma i tifosi del Napoli sono esigenti. Noi siamo molto calorosi, seguiamo il tifo in un altro modo. Gattuso ha avuto un suo periodo non brillante, anche a causa dei problemi di salute. Lo terrei? Io darei sempre una seconda chance alle persone, alla fine lavora bene. Sarri? Lo conosciamo bene, un terreno già coltivato”
Continua a leggere

Attualità

Drammatico incidente. Muore una giovane promessa del calcio italiano

Pubblicato

il

Ultim’ora. Una notizia drammatica è arrivata poco fa da Roma.

Lutto per il mondo del calcio. È stato coinvolto in un incidente automobilistico in via Palmiro Togliatti, all’incrocio con viale dei Romanisti, ed ha perso la vita il classe 2002 Daniel Guerini, calciatore Primavera della Lazio ed ex Torino.

L’impatto con una Mercedes Classe A guidata da un uomo di 68 anni e la Smart For Four dei ragazzi, è stato devastante.

 

I tre diciannovenni hanno avuto la peggio e purtroppo il fantasista della Lazio non ce l’ha fatta.

Guerini era considerato un talento e il suo piede mancino prometteva un gran bene per il calcio italiano. Noi della redazione di Minformo ci stringiamo attorno al dolore dei propri cari e di chi lo conosceva. Ciao Daniel.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante