Resta sintonizzato

Calcio

⚽ Insigne a Sky Sport: “Battiamo il Liverpool. Ancelotti? Ci sta dando tanto, ha grande esperienza”

Pubblicato

il

ROMA – “Abbiamo scoperto un grande uomo“. Lorenzo Insigne descrive così Carlo Ancelotti, il nuovo condottiero di un Napoli che con Maurizio Sarri ha fatto sognare un’intera città, ma che adesso vuole vincere. “Qualche mio compagno di Nazionale ha lavorato con il mister – spiega Insigne ai microfoni di Sky Sport 24 – e me ne ha sempre parlato benissimo. Ci sta dando tanto, ha grande esperienza perché ha allenato sempre grandi campioni. Con noi sarà un po’ diverso, ma ci ha fatto i complimenti perché ha trovato un grande gruppo, una base solida che gli sta permettendo di lavorare nel miglior modo possibile. Diamo il massimo in tutti gli allenamenti e il mister ci ha elogiato dal primo giorno per questo“. Da Sarri ad Ancelotti qualcosa a livello tattico potrebbe cambiare. “Il mister mi chiede di lavorare di più tra le linee, io cerco di mettermi a disposizione sua e dei miei compagni, perché si vince insieme. Abbiamo dimostrato di essere un grande gruppo e dobbiamo continuare a farlo. Siamo sempre gli stessi ormai da tre anni, c’è stato qualche nuovo arrivo che abbiamo subito fatto sentire a casa. L’anno scorso abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare, siamo andati vicini a vincere lo scudetto e siamo sempre gli stessi, è cambiato solo l’allenatore che ci darà quel qualcosa in più a livello di mentalità“.

Intanto il Napoli si prepara ad affrontare tre grandi amichevoli con Liverpool, Borussia Dortmund Wolfsburg. “Saranno dieci giorni intensi per continuare la nostra preparazione e arrivare al meglio all’inizio del campionato – spiega Insigne -. Sappiamo che saranno tre sfide difficilissime, noi vogliamo dimostrare il nostro valore contro squadre importanti come il Liverpool che è il club vice-campione d’Europa, una grande squadra che cercheremo di affrontare nel miglior modo possibile. Dobbiamo dare il 101% per metterli in difficoltà, hanno grandi campioni come Manè e Salah, ma noi non siamo da meno, sarà una sfida affascinante“. Poi il Borussia Dortmund, una squadra che ricorda bei momenti a Insigne e che era allenata da Jurgen Klopp, ora alla guida dei “reds”. “Sono passati tanti anni ma il mio primo gol in Champions lo feci contro di loro, fu una grande emozione, Klopp mi fece i complimenti, lo ringraziai, ma spero di fargliene un altro contro il Liverpool“, conclude Insigne. (ha collaborato Italpress)

Tratto da Corriere dello Sport.it

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Jordan , la sua passione per il calcio e il drammatico incidente

Pubblicato

il

La sua storia sta facendo il giro del mondo: il piccolo Jordan Banks sognava di diventare terzino della sua squadra del cuore, il Liverpool.

Ma un tragico incidente lo ha portato via proprio mentre praticava quella sua passione: martedì, nonostante il tempo non fosse dei migliori, Jordan ha voluto comunque calpestare quel campetto per allenarsi. Su quel campetto di Common Edge Road, un fulmine si è abbattuto vicino alla porta proprio mentre Jordan passava di lì.

Non c’è stato nulla da fare per i soccorsi, la disperata corsa in ospedale non è servita: Jordan si era già spento.

Quel campetto nei giorni dopo si è riempito di fiori e lacrime ed anche i giocatori del Liverpool sono sceso in campo nel riscaldamento della partita col Manchester United con la maglia numero 7, quella dei Clifton Ranger di Blackpool, la squadra dove Jordan Banks militava nei pulcini.

Il ricordo del suo allenatore: “Se n’è andato mentre faceva ciò che amava più di tutto, giocare a calcio

(Fonte TGcom24)

Continua a leggere

Calcio

[VIDEO] Indagine GdF. Sottoposti sequestri per 6,5 milioni di euro ad un noto presidente di Serie A

Pubblicato

il

Al termine di una complessa indagine avviata alla fine del 2020 e coordinata dai magistrati della locale Procura di Bologna – Francesco Caleca (procuratore aggiunto) ed Elena Caruso (sostituto procuratore), i militari del comando provinciale della Guardia di Finanza hanno sottoposto a sequestro preventivo, disponibilità per un valore di 6,5 milioni di euro riconducibili al noto imprenditore modenese Maurizio Setti, patron della squadra di calcio di “Serie A” Hellas Verona Football Club spa, indagato per appropriazione indebita e autoriciclaggio.

Il provvedimento cautelare, emesso dal gip Sandro Pecorella, scaturisce dalle risultanze degli accertamenti condotti dalle Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bologna sulle vicende di due società bolognesi rientranti, nel recente passato, nella catena di controllo della società calcistica, nei confronti delle quali erano state emesse sentenze di fallimento successivamente revocate, all’inizio di quest’anno, in sede di reclamo. All’esito di approfonditi riscontri, che hanno consentito di ricostruire, minuziosamente, flussi finanziari e operazioni societarie stratificatesi nel tempo, “è emerso – spiegano i finanzieri in una nota – che la partecipazione detenuta dalle due società nella Hellas Verona era stata oggetto, negli anni, di vorticose operazioni di cessione infragruppo e rivalutazioni (anche grazie al coinvolgimento di società estere) che ne avevano strumentalmente e ingiustificatamente incrementato il valore”. 

È stata inoltre individuata, continuano le Fiamme gialle, “una sofisticata operazione di autoriciclaggio per ben 6,5 milioni di euro, importo illecitamente sottratto dall’indagato alle casse della società calcistica sfruttando il suo doppio ruolo di amministratore e socio unico. Tali ingenti somme sono state quindi impiegate, indebitamente, per portare a compimento un articolato piano di ristrutturazione di una delle due società bolognesi volto a scongiurarne il fallimento, dal quale sarebbe potuto derivare lo spossessamento della società di calcio, vale a dire dell’unico, vero asset produttivo dell’intera catena di controllo sopra menzionata”. 

Secondo gli inquirenti, “attraverso una vera e propria operazione di ‘maquillage contabile’, l’imprenditore ha cercato di celare l’origine delittuosa delle somme di cui si era appropriato indicandone in diversi documenti bancari e contabili la provenienza da una distribuzione di ‘dividendi’, sebbene si trattasse, in realtà, di una disponibilità finanziaria accantonata in bilancio quale ‘riserva di versamenti soci in conto futuro aumento di capitale’, di per sé non distribuibile”

Continua a leggere

Calcio

Carabinieri irrompono alla festa di compleanno di Lukaku

Pubblicato

il

Dopo aver regalato un’altra (l’ennesima) vittoria ai nerazzurri, Romelu Lukaku pare abbia festeggiato il suo compleanno in hotel con gli amici.

A seguito di una segnalazione al 112, i carabinieri della compagnia di Milano Duomo e del nucleo radiomobile sono intervenuti presso l’hotel.

24 persone sono state identificate e multate per aver partecipato al party notturno di Romelu Lukaku organizzato in un hotel del centro di Milano. Da quanto si apprende, il belga non sarebbe l’unico calciatore dell’Inter ad essere stato sanzionato per aver violato le normative anti-Covid.

Il direttore della struttura e gli ospiti saranno, a vario titolo, sanzionati per la violazione della normativa sul contenimento del Covid – 19.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante