FRATTAMINORE – Ancora un’altra mortificazione hanno dovuto subire i cittadini frattaminorese da quest’amministrazione approssimativa, stavolta lo smacco lo subiscono quei cittadini ai quali non interessa il calcio o semplicemente non sono tifosi del Napoli.

Per due week-end di fila l’assessore alla cultura ha pensato bene di usare denaro pubblico per proiettare nel Parco Urbano Virgilio, la partita del Napoli, nella prima giornata la partita contro la Lazio vinta dalla squadra partenopea per due a uno e l’ultima disputata in casa contro il Milan vinta sempre dalla squadra azzurra per tre a due.

Saranno stati felici sicuramente i tifosi del Napoli, ma il resto della cittadinanza? C’è grande differenza quando un’amministrazione decide di proiettare una partita della Nazionale ai mondiali e quando si proietta una partita di Serie A. Nel primo caso è tutta la nazione attaccata alla televisione, anche per spirito patriottico, tutti a guardare e tifare per gli stessi colori. Nel secondo caso invece, si fa l’interesse di una parte, sebbene maggioritaria, della cittadinanza e non è giusto far pagare a tutti un servizio che ne usufruirà solo una parte della popolazione.

D’altra parte sarei proprio curioso di sapere con che tipo di smart card è stata visionata, a chi era intestata e con quali soldi è stato pagato l’abbonamento. Anche se DAZN regala il primo mese, non è detto che un ente debba prevedere il distacco anticipato di un abbonamento e usufruire ciò che gli viene dato gratis. E sarei curioso, inoltre, di sapere come si comporterebbe il sindaco Bencivenga se il Club Juventus o il Club Milan di Frattaminore gli dovesse chiedere di proiettare la partita della loro squadra del cuore in diretta al Parco Virgilio.

LASCIA UN COMMENTO