ACERRA – Nella giornata di oggi si è svolta un’operazione congiunta degli agenti della Polizia Municipale di Acerra (Na) e del Commissariato di Polizia di Stato di Acerra, diretto dal vice questore Antonio Galante, che hanno effettuato un controllo su decine di residenti nel Centro storico della città di Acerra. Ispezionate anche delle abitazioni, in particolare nella zona tra via Foscolo e Via Suessola, controllati i residenti e la regolarità dei contratti di locazione degli immobili.

Si tratta di riscontri e controlli necessari, a seguito dei quali i Vigili Urbani e gli uomini della Polizia di Stato stanno procedendo ad ulteriori verifiche sui nuclei familiari residenti nel centro storico, con gli Agenti della Polizia di Stato impegnati a prevenire qualsiasi problema e rendere vivibile il centro della città di Acerra.

 Il sindaco di Acerra Raffaele Lettieri ha espresso vivo apprezzamento per l’operazione congiunta di oggi: “Prosegue l’azione amministrativa per il rilancio del Centro storico, dopo gli interventi strutturali e di riqualificazione del Castello dei Conti, di piazza Castello e piazzale Renella, grazie alla positiva collaborazione tra Forze di Polizia che ringrazio per quanto stanno facendo, miriamo a combattere anche il fenomeno degli affitti irregolari delle abitazioni del centro storico a stranieri extracomunitari, immobili che spesso sono anche in rovina ed i cui proprietari dovranno destinare ad altro.

Non tollereremo più situazioni che a qualcuno possono apparire lievi irregolarità ma che invece sfociano nel degrado. Il Castello dei Conti è tornato ad essere il centro degli interessi culturali e sociali della città ed i nostri sforzi sono finalizzati a fare in modo che i proprietari degli immobili del centro storico colgano l’importante occasione delle detrazioni fiscali, promossi anche dal Comune, che agevolano le ristrutturazioni ed i cambi di destinazione d’uso così da agganciarsi ad un’azione di volano economico e commerciale che parte con la rifunzionalizzazione e ristrutturazione del Castello dei Conti”.

Rispondi