QUALIANO – Negli anni ‘70 era il parco giochi dei qualianesi, con i bambini che erano alla perenne ricerca di nidi di merli, impegnati in corse e giochi con il pallone, un’oasi naturale. Ora invece è diventata una discarica a cielo aperto di materiali di ogni genere.

“Benvenuti all’inferno”. Questo e’ il commento su alcuni gruppi social della città. “Volete una bella accoppiata inquinamento magnetico, più discarica a cielo aperto di materiali pericolosi (in parte bruciati)”?. E’ la domanda, purtroppo ironica che l’esponente dei Verdi Mimmo Licciardiello scrive sul gruppo “Sei di Marano se…”.

È la situazione che vive la Masseria Cardinale a Qualiano. Una vera e propria “bomba ecologica” pronta a scoppiare e che il Comune, si spera, disinneschi in fretta.

Rispondi