Resta sintonizzato

Marano di Napoli

MARANO di NAPOLI: in tre il per il ballottaggio. E’ caccia ai candidati

Pubblicato

il

Marano di Napoli: Sembra più una corsa a rompere le coalizioni degli altri, ad impedire che una o l’altra coalizione riesca a raggiungere il ballottaggio, che una discesa in campo con programmi per il bene di Marano.

Come sempre in città, durante le elezioni, a prevalere e’ il personalismo e non il bene per la collettività. Proprio questo “modus operandi” ha portato la città al disastro in cui è’ sprofondata da oltre 5 anni. Il prossimo 21 ottobre i maranesi si troveranno a scegliere tra 7/8 candidati sindaco: un vero e proprio record. Proprio questo elevato numero, però, fa vacillare i sogni di gloria di qualcuno. Di chi, con il proprio bacino di voti coatti, voleva tentare di chiudere la partita al primo turno o quanto meno arrivare con la maggioranza dei consiglieri all’eventuale ballottaggio. Così purtroppo non sarà, ed ora i candidati papabili per giocarsela al secondo turno diventano tre.

Pasquale Albano,  il primo a partire ed annunciare una super coalizione, man mano che passa il tempo e che escono allo scoperto nuove coalizioni è costretto alla difensiva. Ora l’obiettivo è chiudere candidati nelle varie civiche a suo sostegno che vadano ad intercettare voti dei  suoi avversari. In campo poi ci sarà Mauro Bertini. L’ex sindaco di Rifondazione, e’ il vero uomo in più per l’estrema sinistra. Un uomo che da solo riesce a trascinare le due liste che lo appoggiano e che può essere l’antagonista sia dei 5 Stelle (possiamo dire che nel lontano ‘93 e’ stato il precursore del voto di protesta contro i poteri forti) sia della sinistra, ormai isolata sull’Aventino con il solo presuntuoso Pd, che con Rodolfo Visconti  è incapace di attrarre a sè alleati. In pole per il ballottaggio c’è anche il centrodestra che con Lega, Insieme e MCM che ha appoggiato la candidatura di Rosario Pezzella. La mossa ha spiazzato i soloni della destra cittadina, che intendevano temporeggiare per poi piazzare un nome di loro gradimento. Fatto sta che la mossa di Pezzella ha spiazzato Fratelli d’Italia e gli ex Forzisti, che ora lavorerebbero per il nome dell’ex vice sindaco (nell’era Liccardo) Teresa Giaccio.

A scendere in campo sarà anche un altro moderato Luigi Ruggiero, l’ex Udc, vicino a lo consigliere regionale Michele Schiano ed ex consigliere nell’era Cavallo sarebbe pronto a dare battaglia per togliere voti all’area moderata. Ancora silenti i 5 Stelle, che dopo l’annuncio di Domenico Speranza non hanno ancora detto una parola sull’eventuale programma. In pista per la fascia tricolore anche Alviti ed Alfe’, che però con una sola civica a sostegno difficilmente conquisteranno il seggio nel Civico Consesso.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Marano. Va a fare running e si sente male: morto un 56enne

Pubblicato

il

Tragedia a Marano, nella mattinata di oggi, sabato 28 agosto, dove un 56enne è morto durante la corsa.

Come riporta “Il Mattino”, l’uomo stava percorrendo via San Rocco quando ha accusato un malore e si è accasciato a terra. A lanciare l’allarme alcuni passanti che hanno chiamato il 118.

Nonostante le manovre di rianimazione dei sanitari per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Probabilmente un infarto fulminante lo ha stroncato sul colpo.

Sul luogo della tragedia, sono accorsi tutti i familiari della vittima, molto nota a Marano. Gli agenti della polizia municipale stanno ora eseguendo i rilievi di rito.

Continua a leggere

Cronaca

[Video] Marano. Una perquisizione fasulla: entrano in casa, fingendosi Carabinieri, e li rapinano

Pubblicato

il

Nella mattinata odierna, il personale della Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e arresti domiciliari emessa su richiesta della Procura della Repubblica di Napoli Nord che ha coordinato una complessa attività investigativa, nei confronti di tre soggetti, i primi due gravemente indiziati dei reati di rapina aggravata, possesso di segni distintivi contraffatti e lesioni aggravate ed il terzo dei reati di ricettazione e riciclaggio.

Nelle prime ore del mattino del 14 luglio 2020 un gruppo composto da 5 soggetti, muniti di pettorine, mascherine antibatteriche e una paletta segnaletica riportanti lo stemma contraffatto dell’Arma dei Carabinieri, simulando inizialmente una perquisizione, ha perpetrato una rapina all’interno di un’abitazione sita in Marano di Napoli (NA).

I rapinatori, armati di pistola hanno asportato dalla cassaforte circa 25.000 euro in contanti, titoli, nonché orologi e preziosi del valore complessivo di circa € 70.000,00, per poi darsi alla fuga a bordo di un’autovettura.

La reazione delle persone offese, che nel corso della rapina si sono rese conto della falsa identità dei “Carabinieri”, è stata neutralizzata anche con l’uso di manette.

Continua a leggere

Cronaca

Marano. Muore dopo la seconda dose del vaccino: disposta l’autopsia

Pubblicato

il

Un uomo, originario di Marano di Napoli, è morto dopo aver effettuato la seconda dose di vaccino.

L’uomo, un 55enne, era al Centro Direzionale, per motivi di lavoro, quando si è sentito male. E’ stato probabilmente colto da un infarto. Inutile l’intervento dei soccorsi e i tentativi di rianimazione messi in campo dal 118.

Si era vaccinato con seconda dose Pfizer pochi giorni fa. Secondo quanto riporta Il Mattino, la vittima soffriva di una leggera forma di diabete.

A seguito del decesso, la magistratura ha disposto l’esame autoptico sulla salma per ricostruire le esatte cause della morte e stabilire eventuali nessi causali con la vaccinazione. A richiedere l’autopsia i familiari, che vogliono fare luce sulla vicenda.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante