AFRAGOLA – Ieri sera appare sulle pagine di Facebook, dal profilo del consigliere Antonio Caiazzo, un Comunicato Stampa di Forza Italia dal titolo: “NO A DELIBERE SU STAFF E FABBISOGNO, PRENDIAMO DISTANZE DA SINDACO”.

Un titolo abbastanza forte. Prendere le distanze dal sindaco vuol dire sfiduciare il suo operato e le sue modalità di amministrare la cosa pubblica. Ma cosa avrà fatto di così grave il sindaco Grillo al punto tale da essere sfiduciato dal primo partito eletto in maggioranza?

Ieri si è svolta la riunione di giunta dove si dovevano ratificare alcune delibere, otto erano i punti all’ordine del giorno del meeting di ieri, sei firmati in tutta tranquillità e due sui quali si è creato un intoppo. Il primo riguardava il fabbisogno del personale e il secondo riguardava la composizione dello staff del sindaco.

Nel primo punto evidentemente le idee di superare alcuni scogli e alcune esigenze del personale del sindaco, non sono piaciute all’assessore delle Politiche sociali, del Cimitero e della Polizia locale, al punto tale da suscitare un allarmismo sul consumo della spesa. Ma il contrasto che più ci fa restare straniti è il mettere bocca su quella che deve essere una prerogativa del sindaco, cioè lo staff. Come già anticipato da Minformo, le cose che a Forza Italia non vanno giù sono due: la prima, la scelta del capo staff che, se tutto va bene, dovrebbe essere la dott.ssa Picardi e la seconda che, secondo le idee dei consiglieri azzurri, va a minare la loro leadership è la scelta di inglobare nello staff, i cosiddetti “bocciati” delle scorse elezioni politiche. A parte il fatto che, in un paese normale che bada solo agli interessi della collettività, questi due motivi apparirebbero così futili, da far sembrare i consiglieri forzisti dei bambini all’asilo, ma poi perché uscire così allo scoperto sui social con un comunicato che dice e non dice nulla? Perché a diffondere il Comunicato è il solo Caiazzo che tagga gli altri suoi colleghi?

C’è da dire inoltre che la prontezza con la quale quel comunicato sia stato diramato da alcuni organi di stampa molto vicini all’opposizione e allo stesso Caiazzo è stata impeccabile. I miei complimenti al giornalista che anche a tardissima ora è stato sul pezzo in maniera ineccepibile, non riuscirei a spiegarmi la sua bravura. Davvero complimenti.

Ed è tutta questa stranezza, tutti questi dubbi che hanno esatto un chiarimento per avere un quadro completo sulla situazione che, se non fosse stato per il consigliere Caiazzo, nessuno ne era a conoscenza. Così abbiamo raggiunto telefonicamente l’assessore Baia che ha prontamente dichiarato: “La verità è che non abbiamo votato due punti all’ordine del giorno, poiché questi necessitano di ulteriori approfondimenti. In questi giorni ci confronteremo meglio col sindaco e sono sicuro che si troverà una soluzione. Io non prendo assolutamente le distanze dal sindaco, anzi, dico e ribadisco che Forza Italia appartiene a questa maggioranza, è stato eletto in questa maggioranza e continuerà a lavorare per il bene del territorio. Le dico di più, è lei che mi sta dicendo dell’esistenza di questo comunicato, io non ne sono a conoscenza, oggi pomeriggio di sicuro mi incontrerò con il resto del gruppo e discuteremo sulla linea da portare avanti in merito a questi due punti che per noi sarà fondamentale. Il consigliere Caiazzo sicuramente ha voluto intendere un’altra cosa, se davvero ha scritto “prendere le distanze”, poiché io sono un uomo integerrimo e se devo prendere le distanze dal mio sindaco, certamente non lo scrivo su facebook ma mi reco prima dal sindaco, lo ringrazio della fiducia accordata e poi mi dirigo all’ufficio protocollo a rassegnare le mie dimissioni”.

Detto questo è abbastanza evidente come la linea di comunicazione adottata dal Consigliere Caiazzo sia totalmente diversa e molto più aggressiva di quella dell’assessore Baia e allora i dubbi aumentano: Perché Caiazzo sente l’esigenza di pubblicare quel Comunicato e perché?

Rispondi