VOLLA – Comune che vai, usanza che trovi. Solo nella politica i problemi e le ipocrisie sono sempre le stesse. Stamattina nella sala giunta del palazzo comunale doveva svolgersi la riunione di commissione bilancio per discutere dei punti all’ordine del giorno. La stessa commissione è saltata perché è venuto a mancare il numero legale.

Quale buona occasione per l’opposizione quella di gridare al lupo al lupo? Infatti come volevasi dimostrare, come si evince da alcuni post scritti da consiglieri di minoranza attraverso Facebook, si denuncia la negligenza dell’amministrazione nel voler o far saltare sistematicamente gli appuntamenti delle commissioni. La verità, ovviamente, sta sempre da tutt’altra parte. La commissione Politiche sociali è saltata poiché il suo Presidente Gennaro De Simone – appartenente al gruppo “Orgoglio Campano” aveva avvisato ufficiosamente, visto che non c’era tempo legale per inviare avviso ufficiale, di doversi sottoporre ad una visita medica urgente e pertanto la stessa riunione di commissione sarebbe stata spostata in altra data.

Post del consigliere Annone

I componenti che formano la commissione bilancio, invece, sono cinque, tre esponenti di maggioranza – di cui Giuseppe Russo, esponente di “Orgoglio Campano” Presidente di Commissione; Concetta Neri consigliere anch’ella appartenente a “Orgoglio Campano” e Pasquale Donato di “Siamo Volla” – e due di opposizione Giuseppe Annone di Fratelli d’Italia e l’ex sindaco Andrea Viscovo di “Cittadini per Volla”, sconfitto alle ultime elezioni comunali -. Gli unici presenti oggi in aula erano solo Giuseppe Russo e Concetta Neri. Assente giustificato di oggi era Pasquale Donato visto che non è voluto mancare, a ragion veduta, al felice evento che lo ha visto diventare papà. Chi ha giocato d’astuzia, invece, e forse col senno del poi si può benissimo pensare che il piano è stato studiato apposta, sono stati i due di minoranza che presenti in cortile non sono saliti in aula per far saltare sistematicamente la seduta.

Post del consigliere Russo

E’ del tutto inutile starnazzare senso di responsabilità a mezzo Facebook quando è ampiamente dimostrabile che se quest’opposizione avesse avuto un benché minimo senso di responsabilità si sarebbe presentata in aula e avrebbe consentito i lavori della commissione bilancio tranquillamente.

Rispondi