CAIVANO – Finalmente il lavoro del regista Saverio Costanzo approda anche sul piccolo schermo. La fiction riguarda l’opera letteraria di Elena Ferrante intitolata “L’Amica Geniale”. Il regista romano, figlio del più celebre Maurizio Costanzo, ha voluto rendere omaggio alla scrittrice influencer napoletana con un cast altrettanto napoletano e tra gli interpreti si annoverano due sorelline di Caivano.

Livia e Miriam Rocco, questi i nomi delle due bambine, rispettivamente di anni undici e nove, hanno interpretato il ruolo di due alunne e come si vede dalla foto allegate con i costumi di scena, il romanzo è ambientato nei primi anni del dopoguerra quando erano molto evidenti le differenze di classe.

L’amica geniale, arrivato nelle sale italiane lunedì 1 ottobre, si è imposta con un incasso di 165mila euro per circa 290mila euro in due soli giorni, come confermato dai dati forniti da Cinetel, la società che quotidianamente cura la raccolta degli incassi e delle presenze in un campione di sale cinematografiche di prima visione in tutta Italia. Al terzo giorno di programmazione l’opera aveva già fatto riscontrare una ulteriore impennata del titolo per la regia di Saverio Costanzo. La fiction approda sul piccolo schermo il 30 Ottobre nel palinsesto di Rai Uno.

Emozionata e felice si dichiara la mamma delle bambine caivanesi che a mezzo Facebook scrive: “L’Amica Geniale un romanzo scritto dalla scrittrice Elena Ferrante e diretta dal regista Saverio Costanzo. Fin qua non c’è nulla di strano. Ma per me che ho vissuto uno dei momenti più belli ed emozionanti della mia vita è stato un evento eccezionale. Sul set di un regista di una professionalità unica c’erano le due mie figlie Livia e Miriam e io ogni volta che stavo lì, ore ed ore ad aspettare con “le mamme geniali” – gruppo tra di noi – provavo una grande emozione nel saper che si girava un film con le mie figlie come piccole attrici. Sapere che manca davvero poco a vederle in tv, già posso immaginare a quante volte piangerò dall’emozione”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rispondi