VOLLA – Venerdì mattina si doveva tenere la Commissione delle Politiche Sociali presieduta dal Consigliere Gennaro De Simone di “Orgoglio Campano” ma come successo per le altre commissioni, anche questa è saltata per mancanza del numero legale. Il tema di discussione della sopra citata commissione era quello del micro nido, quindi un tema delicato per la cittadinanza vollese. L’argomento non è potuto essere affrontato perché l’opposizione ha fatto mancare la sua presenza e siccome qui si sta parlando di una commissione ridotta a quattro elementi due di maggioranza (Gennaro De Simone “Orgoglio Campano” e Imma Veneruso “Siamo Volla”) e due di opposizione (Andrea Viscovo “Cittadini per Volla” e Raffaele Castiello “Fratelli d’Italia”), la presenza di almeno uno dell’opposizione è fondamentale per lo svolgimento della stessa commissione.

Ovviamente ad un deficit della maggioranza dettato dalle dimissioni del Consigliere Scongnamiglio, l’opposizione, in barba all’interesse pubblico, gioca d’astuzia e di strategia politica facendo passare l’amministrazione come incapace di poter effettuare commissioni consiliari, mentre la verità, come sempre, risiede sempre nell’opportunismo. L’opposizione sa che per ovviare al problema c’è bisogno della modifica alla delibera costituente le Commissioni e quindi tempo. Nel frattempo, al posto di controllare e discutere sugli indirizzi politici da portare in Consiglio per il bene del paese, gioca allo screditamento dell’amministrazione.

Dal canto suo la maggioranza che da indiscrezioni risulta già al lavoro per ovviare al disagio della mancanza della terza presenza in Commissione, vorrebbe che anche l’opposizione si assumesse la propria responsabilità e dire realmente alla gente come stanno le cose e la verità sul fatto che la Commissione “Politiche Sociali” così come le altre non vengono formate.

Rispondi