NAPOLI – Appena terminato il Consiglio Comunale previsto per oggi con i seguenti punti all’ordine del giorno: discussione monotematica su reddito di inclusione e sostegno alle fasce deboli. L’Assise pubblica, dopo la commemorazione del ragazzo morto ieri a seguito della caduta dell’albero dovuta al maltempo Davide Natale, si è conclusa con un nulla di fatto perché dai banchi dell’opposizione si è levata la proposta di sospendere i lavori dell’aula poiché sicuramente non si sarebbe rispettato il tema visto il tragico evento.

Infatti come ha dichiarato anche il Consigliere Langella durante gli interventi sull’ordine dei lavori, è più importante dare una mano alla Protezione Civile per le strade che stare lì seduto a discutere su eventuali responsabilità, visti gli ingenti danni causati dal maltempo. Dello stesso avviso sono anche consiglieri di maggioranza e opposizione come Rinaldi, Coppeto, Moretto e Brambilla. Nel suo intervento il consigliere Rinaldi avanza anche la proposta di riunirsi subito in una conferenza di capigruppo insieme al sindaco, a chi detiene la delega al verde, in questo caso sempre il primo cittadino e l’assessore alla Protezione Civile Alessandra Clemente. All’unanimità si è deciso di accogliere la proposta di Rinaldi e quindi in questi istanti al terzo piano del Palazzo del Consiglio Comunale in Via Verdi si sta svolgendo la riunione sopra citata.

Da sottolineare un dato politico non di poco conto. Stamattina il numero legale per poter avviare i lavori del Consiglio Comunale è stato mantenuto dai Consiglieri Vincenzo Moretto di Prima Napoli e Andrea Santoro del Gruppo Misto. Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo, pare che i due consiglieri abbiano raggiunto un accordo di massima col primo cittadino sulla redistribuzione delle prebende. Azione questa messa in atto dal primo cittadino per arginare i vari malcontenti nati all’indomani del rimpasto di giunta. Si attendono risvolti anche dal punto di vista del gruppo “Ce simm sfasteriati” che a quanto pare anch’essi beneficeranno di qualche attenzione. sembra che il primo cittadino ha pensato o stia pensando a come riempire alcune caselle mancanti all’interno del CAAN l’azienda consortile dell’agro alimentare campano.

Rispondi