VOLLA – Il termine è perentorio, entro Dicembre quest’amministrazione dovrà deliberare l’approvazione del PUC se no sarà assegnato un commissario ad acta per munirsi di uno strumento più che mai necessario in un territorio martoriato dalla cementificazione selvaggia come quello di Volla.

Ricordiamo i nostri lettori che il territorio vollese ha visto trasformare i propri terreni alla velocità della luce, dove si sono registrate 685 licenze edilizie per nuove costruzioni in soli sei anni, quindi questa città ha bisogno di uno strumento valido che regoli quest’aggressione scellerata da parte dei cementificatori di turno ed è un atto di responsabilità che un’amministrazione che vuole dimostrare discontinuità rispetto al passato, deve prendersi. Il sindaco Di Marzo non può nascondersi dietro alla venuta di un Commissario, scaricando su quest’ultimo, l’intera responsabilità, sarebbe da immaturi un atto del genere, poiché se il Commissario dovesse sbagliare o farsi corrompere da chi un PUC fatto male o al contrario non può che far comodo, la colpa comunque ricadrebbe su chi ha permesso tali ritardi e allora tanto vale assumersi le responsabilità per le quali si è stato votati facendo rispettare il programma e cominciare i lavori per iniziare l’iter burocratico di un nuovo piano urbanistico.

Per saperne di più abbiamo contattato la consigliera Concetta Neri, membro della terza commissione urbanistica, che davanti ai nostri taccuini ha dichiarato: “Innanzitutto tengo a precisare che ritengo opportuno rispettare il programma elettorale. Per tale motivo reputo necessario iniziare a lavorare per la stesura del PUC, in modo da evitare un commissariamento ad acta che non porterebbe alcun miglioramento alla cittadinanza. Volla è ormai da anni in uno stato di stallo per quanto riguarda una riqualificazione del territorio, quindi reputo opportuno da subito iniziare a lavorare per dare un futuro ai nostri figli. Ritengo inoltre che nessuno di noi si possa sottrarre al mandato per cui siamo stati eletti e che il PUC e quindi le sue linee programmatiche devono essere dettate da chi vive il territorio ogni giorno e non da un commissario. Tengo a precisare, inoltre, che Orgoglio Campano è forza di maggioranza e sostiene l’azione politica del sindaco Pasquale di Marzo e insieme al capogruppo De Simone e all’ assessore Ruotolo si impegna per dare risposte nei prossimi mesi ai cittadini”.

Rispondi