NAPOLI – Non riesce a placare il malcontento il sindaco De Magistris. Questa è la prima cosa che salta in mente quando per l’ennesima volta non si riesce a raggiungere il numero legale in Assise pubblica. A parte il maltempo e qualche acciacco che ha tenuto fuori dall’aula alcuni elementi come la consigliera Anna Ulleto, in realtà il primo cittadino all’indomani del rimpasto ha qualche difficoltà a trovare la quadratura del cerchio.

La scorsa volta il numero legale è stato mantenuto da due consiglieri dell’opposizione Moretto e Santoro, forse questi ultimi in trattativa con la fascia tricolore per effettuare definitivamente il salto della staccionata. Ma dodici assenze registrate dai banchi della maggioranza è un dato preoccupante, è un dato che se si dovesse ripetere, indurrebbe a pensare che il sindaco De Magistris non ha i numeri per governare, a meno che, non riesca a trovarli aprendo il cosiddetto “mercato delle vacche”, azione politica che lascia il tempo che trova fino a quando gli interessi comuni viaggiano di pari passo e da qui al 2021, fine naturale del suo mandato, che farà il primo cittadino? Sarà lì ancora a perdere tempo dietro ai tiragiacca?

Napoli langue e i cittadini han bisogno di risposte, nello scorso Consiglio comunale, di comune accordo ci si è lasciati con l’accordo che ci si rivedeva in Conferenza di capigruppo, meeting, da allora, mai avvenuto. Cosa è successo? Passato il santo, passata la festa? Siccome la tempesta è passata ci si può anche dimenticare delle precarie condizioni di sicurezza in caso di maltempo? Ecco, queste sono le risposte che i cittadini attendono, non i capricci personalistici dei vari gruppi politici.

Rispondi