FRATTAMINORE – Ci eravamo lasciati a Luglio, eravamo a mezze maniche quando in quel di Frattaminore si è svolto l’ultimo Consiglio comunale. Tre mesi senza far nulla, immobilismo totale. Una città senza indirizzi politici che vaga per inerzia sullo stato di cose del si è sempre fatto così. Un sindaco votato con la speranza di cambiamento ma l’unica cosa che cambia è la sua giunta che gli consente di rimanere aggrappato ancora a quella poltrona. Dopo tre mesi, finalmente la data di un nuovo Consiglio e non perché ci sia qualcosa da discutere o la convocazione sia partita da una conferenza di capigruppo vogliosa di stravolgere la città, no.

La Convocazione del prossimo consiglio comunale che si terrà stasera alle ore 19:30 nella sala consiliare comunale tratterà punti all’ordine del giorno ordinari e obbligatori per legge. Infatti, oltre le approvazioni dei verbali delle sedute precedenti, ci sarà da approvare il bilancio consolidato per l’esercizio finanziario 2017.

Quest’ultimo va approvato in tempo se no s’incappa in provvedimenti prefettizi fino allo scioglimento del Consiglio. Ecco perché si farà il Consiglio stasera, ma dal punto di vista costruttivo, niente. Frattaminore è ancora ferma al palo. Il sindaco stenta ancora a trovare la quadratura del cerchio nella sua maggioranza e non preferisce andarsi a misurare all’esame dei numeri in aula.

LASCIA UN COMMENTO