Mugnano: in città, a via Crispi, si rischia l’emergenza ambientale: una discarica a cielo aperto incombe sui residenti.

La situazione è stata più volte segnalata sui social da attivisti e cittadini, ma la storia peggiora di giorno in giorno. L’ultimo grido di rabbia, domenica scorsa, su alcuni gruppi social di Mugnano.

Questa denuncia si aggiunge a quella fatta ad alta voce e davanti alle forze dell’ordine nell’ultimo Consiglio Comunale dai lavoratori che si occupano della raccolta rifiuti in città.

A questo si aggiunge la denuncia allarmante fatta via facebook dal sindaco Luigi Sarnataro che dalla sua pagina ufficiale denuncia lo sversamento illecito di amianto sul territorio mugnanese: “Siete degli assassini – ha affermato Sarnataro -. A voi non importa la salute pubblica, una città pulita e il rispetto per l’altro. A voi importa solo il Dio danaro che avete intascato per smaltire questi rifiuti come voi. Ma vi prenderemo, non avremo pace”.

Ora, però, dalle parole si deve passare ai fatti, e l’Amministrazione è ora che intervenga: prima ripulendo la Mugnano dall’amianto (sperando che l’amministrazione abbia una convenzione per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi), e poi dando la caccia ai criminali ambientali, che con il loro fare mettono a repentaglio la salute di centinaia di cittadini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi