Resta sintonizzato

Attualità

Cronistoria di un licenziamento di Massa

Pubblicato

il

Cronistoria di un licenziamento di Massa

09/05/2018. Presso il Carrefour del centro Campania viene comunicato ai dipendenti un briefing improvviso a cui tutti devono partecipare, durante il quale i capi comunicano la chiusura del punto vendita e la relativa consegna della licenza in comune, per le crescenti difficoltà del mercato attuale.

15/05/2018 I dipendenti ancora sotto shock, si rivolgono ai sindacati. Si fissa un primo incontro con i vertici dell’azienda, che si chiude poche ore dopo, con delle ipotesi di incentivi per l’esodo volontario verso altri punti vendita, senza mai parlare apertamente di ricollocamento del personale.

21/05/2018 si procede col secondo incontro tra sindacati e azienda, che stilano un VERBALE D’INCONTRO che non ha alcuna valenza di legge in quanto mai è diventato un vero e proprio accordo.

Il 30/05/2018 finalmente un primo tavolo in comune a Marcianise, presenti il vice sindaco i rappresentanti della Carrefour e i rappresentanti della Klepeer, nuovo proprietario dello spazio Carrefour e le sigle sindacali. Incontro terminato con tante chiacchiere ma nulla di concreto.

04/06/2018 secondo incontro al comune, questa volta il sindaco Velardi, si degna di essere presente e solo un’oretta ed esclusivamente a tutela delle 30 famiglie di Marcianise, ma non per quelle napoletane, non votante. Anche questo appuntamento si chiude con chiacchere polemiche e sguardi bassi.

14/06/2018 Incontro in regione con l’assessore Sonia Palmeri, il sindaco di Marcianise, rappresentanti Carrefour e Klepeer, ormai a braccetto e sindacati. Anche qui come nei precedenti incontri, solo chiacchiere, niente di scritto. Intanto la data di chiusura fissata inizialmente al 30 giugno è stata anticipata al 15 giugno. 50 dipendenti vicini alla pensione si vedono costretti a firmare per l’esodo spontaneo verso altri punti vendita, al nord, con la speranza di maturare gli ultimi anni per la pensione. I restanti sono stati costretti allo status di disoccupati.

12/10/2018 I rappresentati dei dipendenti, abbandonati pure dai sindacati che hanno accettato l’esodo, inviano una lettera a Francesco Vanin, Pentastellato, per chiedere il suo aiuto e per cercare di avere un incontro con Di Maio per non essere dimenticati e per non lasciare a casa i sogni e le speranze di tante famiglie. Vengono contattati e si riaccende un barlume di speranza… si RICOMINCIA, la protesta si anima nuovamente.

Il 15/12/2018 i dipendenti organizzano una manifestazione per non essere dimenticati, abbandonati e silenziati, soprattutto.

Il 05/12/2019 in occasione dell’inizio dei saldi ci sarà una nuova manifestazione.

Ovviamente il Presidio davanti ai locali del Carrefour non si sciolto né a Natale né col freddo.

Togliere il lavoro ad un essere umano equivale a togliergli la dignità. Bisogna con tutte le armi lecite e disponibili combattere questa forma di annientamento della dignità Umana, ed è un impegno che dobbiamo assumerci tutti…. Perché “senza la dignità l’identità viene cancellata”.

Cinzia Stramaglia

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania, la nuova ordinanza di De Luca: orario prolungato per i negozi

Pubblicato

il

Da lunedì 19 Aprile la Regione Campania passerà in zona arancione.

Per questo motivo il Presidente Vincenzo De Luca ha firmato una nuova ordinanza, che contiene ulteriori disposizioni in materia di prevenzione del contagio con particolare riferimento agli esercizi commerciali e al trasporto pubblico.

Ecco i principali contenuti:

1.1 A decorrere dal 19 aprile 2021 e fino al 15 maggio 2021, l’apertura degli esercizi commerciali e dei servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, estetisti) è permessa, al fine di agevolarne la fruizione dilazionata da parte degli utenti, in deroga ad eventuali disposizioni più restrittive, dalle ore 7,00 alle ore 21,30 e senza obbligo di chiusura domenicale o settimanale, fermo il rispetto della normativa a tutela dei lavoratori dipendenti. 

1.2. In funzione della ripresa in sicurezza delle attività di cui al punto precedente e delle attività didattiche in presenza, ai sensi dell’art. 2 del decreto legge 1 aprile 2021, n.44, è disposta la riattivazione dei servizi aggiuntivi del Trasporto Pubblico Locale in tempo utile a consentire l’operatività dei servizi scolastici nel rispetto delle vigenti disposizioni in tema di limiti alle presenze a bordo dei mezzi e delle altre disposizioni vigenti.

Scarica l’ordinanza:

Ordinanza n. 14 del 17/04/2021

Continua a leggere

Attualità

Superenalotto. Centrato il ‘5’ in una tabaccheria di Giugliano: vinti 33 mila euro

Pubblicato

il

La Dea bendata bacia Giugliano. Infatti, è notizia delle ultime ore, che 18 fortunati giocatori abbiano vinto circa 33 mila euro in una tabaccheria in via Primo Maggio. Il sistema con la combinazione vincente del Superenalotto, è stato elaborato dalla stessa proprietà dell’esercizio. Una boccata d’ossigeno dunque, in un periodo così complesso.

Continua a leggere

Attualità

Estero. Alle 15 i funerali del Principe Filippo: William e Harry distanziati

Pubblicato

il

Fiori, palloncini e altri piccoli omaggi, vengono lasciati da questa mattina fuori al castello di Windsor, dove in questi istanti si stanno celebrando i funerali del Principe Filippo, Duca di Edimburgo. Alla cerimonia parteciperanno circa 30 persone, nel rispetto delle normative anti Covid; ma ciò nonostante i negozi della capitale inglese, hanno voluto comunque ricordare il Principe, esponendo nelle loro vetrine alcune foto che lo ritraggono.

Come riporta la BBC, durante l’evento funebre, saranno celebrati l’amore per la vita in mare del Duca di Edimburgo e il suo forte legame con la Royal Navy, di cui lui stesso ha fatto parte. Anche le musiche e le preghiere saranno dedicate a questo ricordo, per volere dello stesso Filippo, il quale aveva pianificato tutto nei minimi dettagli.

Numerosi i messaggi di cordoglio, tra cui quello della celebre artista londinese Kaya Mar, 65 anni, che dopo aver lasciato un ritratto ad olio di Filippo fuori dai cancelli, ha rilasciato questo breve pensiero: “Mi piaceva, era un adorabile padre di famiglia, un gran lavoratore dedito a questo Paese e ci mancherà”

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante