Incubo nel pomeriggio di ieri per una donna di Capodimonte, vittima dei malviventi al rione Lieti.

Secondo il suo racconto, la donna stava transitando in auto in via Giuseppe Medrano quando è stata bloccata da alcuni uomini in sella ad uno scooter che l’hanno fatta scendere dalla vettura e, sotto minaccia di una pistola, le hanno intimato di consegnare la borsa con all’interno soldi, diversi oggetti e chiavi di casa.

La donna, sotto shock, è riuscita ad allertare una volante della Polizia di Stato giunta poi sul posto per l’avvio delle indagini.

È da un po’ di tempo che nella zona compresa tra i Colli Aminei e Capodimonte si verificano diversi colpi, dalla modalità molto simile, ai danni di persone che transitavano in strada o accompagnavano i figli a scuola.

Il sospetto è che dietro alle varie rapine compiute ci siano sempre gli stessi responsabili.

Il Presidente della III Municipalità Ivo Poggiani ha affermato: “Grossi scooter, visi coperti, pistole puntate in testa, una modalità molto violenta.

Questi episodi fanno il paio con i furti ai danni di commercianti, molti negli ultimi mesi e danni a macchine senza senso.

Sono settimane che ci confrontiamo con le forze dell’ordine e chiediamo più presenza.

Io però non vorrei che dietro tutto questo ci fosse una strategia criminale“.

Sulla questione è intervenuta anche la consigliera comunale demA Laura Bismuto, in precedenza membro del parlamentino della Municipalità Terza Stella San Carlo all’Arena: “Ho segnalato al Comandante della Polizia Municipale Ciro Esposito e all’Assessora con delega alla sicurezza Alessandra Clemente la questione. Ho invitati entrambi anche a discuterne in Prefettura al Comitato Ordine e sicurezza. Sono certa che di qui a breve, saranno presi provvedimenti“.

Infine ha espresso la sua opinione il consigliere Pd alla Terza Municipalità Gennaro Acampora: “Stamane mi sono recato dai carabinieri, il grido da lanciare e la voglia di farsi sentire continua, i cittadini è giusto che denuncino“.

Rispondi