Noi, invece, diciamo entrambe le cose; l’incapacità del sindaco è ampiamente dimostrata e certificata (fatto salvo i selfie), l’inadeguatezza dei suoi assessori è provata dai scarsissimi risultati ottenuti.

Il continuo cambio di assessori e deleghe è l’ampia dimostrazione di un fallimento politico e amministrativo che sta ingessando la città in un immobilismo surreale.

Il solo impegno dei consiglieri della maggioranza di centro sinistra è quello di accaparrarsi posti e poltrone a discapito della efficienza di una macchina amministrativa che non è mai decollata.

Siamo alle solite, per l’ennesima volta vengono mortificate le competenze a favore dei capi bastone che tengono sotto scacco sindaco e maggioranza.

Inoltre, ci pare a dir poco “inadeguata” la nomina dell’assessore all’urbanistica nella persona della dott.ssa Maria Giovanna Di Maro, moglie di un dipendente del comune di Mugnano, fino a poco tempo fa responsabile del settore urbanistica e ancor oggi impiegato allo stesso settore; forse è questa la #rivoluzioneculturale che sindaco e maggioranza vogliono continuare a perpetuare a spese dei Mugnanesi?

Fratelli d’Italia unitamente a tutte le forze di opposizione non abbasseranno un attimo la guardia per evitare che Sarnataro e la sua ciurma in questo ultimo (speriamo) disperato assalto alla diligenza continuino a fare danni a discapito di Mugnano e dei Mugnanesi.

 Gennaro Ruggiero

Coordinatore Cittadino di FRATELLI d’ITALIA

Rispondi