Resta sintonizzato

Grumo Nevano

Elezioni Grumo Nevano. Scendono in campo i papabili per la guida della città. I NOMI

Pubblicato

il

Manca poco alla presentazione ufficiale delle liste. In città la campagna elettorale sta per entrare nel vivo. Le forze politiche, salvo sorprese dell’ultim’ora, stanno delineando truppe e candidati. Andiamo a dare un’occhiata agli schieramenti in campo. Da poco più di una settimana ha ufficializzato la sua discesa in campo l’ex capo dell’opposizione consiliare, Gaetano Di Bernardo. L’avvocato grumese rappresenta per ora l’unica candidatura di assoluta discontinuità rispetto al recente passato. Un passato fatto di ombre e fallimenti fatali per la pelle dei cittadini grumesi. L’ex consigliere comunale è sostenuto da 5 liste civiche: “con Di Bernardo sindaco”, “Storia Futura”, “Uniti per Cambiare”, “Nuova Generazione Grumese, “Voltiamo Pagina”. tando agli ultimi rumors, Di Bernardo sembra essere il favorito in città in virtù del lungo percorso fatto dai banchi delle minoranze durante l’ultima consiliatura. A rappresentare la continuità degli ultimi anni emerge la candidatura di Angelo Campanile, riconducibile al centrodestra locale che tanto male ha fatto alla comunità e sostenuto da alcuni esponenti politici di Frattamaggiore. Il centrosinistra scende in campo con la candidatura di Alessandro Merenda, vicino alle posizione del consigliere regionale dem Nicola Marrazzo ed ex assessore ad Arzano nella giunta dall’ex sindaca Fiorella Esposito, poi spedita a casa e con una Commissione d’Accesso al Municipio. Il M5S candida Giuseppe Ricciardi, noto attivista pentastellato locale. Non sono escluse ulteriori novità nei prossimi giorni. Vi terremo aggiornati.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Grumo Nevano. Colpito da una plafoniera muore 60enne

Pubblicato

il

La tragedia si è consumata a Grumo Nevano in provincia di Napoli. Secondo quanto si apprende, l’uomo, G.D.B., stava effettuando un sopralluogo all’interno di un capannone acquistato dal fratello. L’incidente sarebbe avvenuto a causa di una pesante plafoniera che si sarebbe staccata dal soffitto e avrebbe preso in pieno il 60enne. Un pezzo di vetro della plafoniera gli avrebbe trafitto in profondità il braccio e reciso l’arteria brachiale, provocando così una fortissima emorragia

Continua a leggere

Cronaca

Grumo Nevano: smantellata centrale della truffa

Pubblicato

il

Smantellata una vera e propria centrale della truffa a Grumo Nevano, in provincia di Napoli. Sono 11 le persone denunciate per sostituzione di persona e riciclaggio dai Carabinieri della stazione di Grumo Nevano e dal Nucleo Ispettorato del Lavoro di Napoli: tutti giovani tra i 17 e i 40 anni.

Durante un controllo alla circolazione stradale un 18enne di Grumo Nevano, è stato sorpreso a trasportare un borsone al cui interno erano stipati 16 cellulari e un pc.

Non ha saputo spiegarne l’origine e ha insospettito i militari che hanno avviato immediatamente le indagini.

Incrociando accertamenti sul territorio con la conoscenza approfondita dell’area, i carabinieri hanno individuato come punto di partenza del giovane un appartamento nel comune confinante di Sant’Arpino, nel casertano.

Quando hanno fatto irruzione hanno sorpreso altre 9 persone impegnate a lavorare in quello che è subito parso come un piccolo call center.

In quella sorta di ufficio sono stati rinvenuti altri 994 telefoni cellulari di vecchia generazione, 11 pc desktop, 2 portatili, decine di sim card e numerose fotocopie di carte di identità di terze persone.

Secondo quanto accertato dai militari, all’interno dell’abitazione erano compiute operazioni di trading online in danno di terze persone verosimilmente ignare.

L’undicesimo a finire nei guai è stato un 32enne di Frattamaggiore, riconosciuto come il titolare dei locali e dell’attività.

Ai reati di sostituzione di persona e riciclaggio sono stati così aggiunti anche quelli che puniscono il lavoro sommerso.

Per i 9 impiegati “in nero” e per le violazioni sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, gli sono state applicate sanzioni che vanno oltre i 100mila euro.

Il locale è stato sequestrato ma continuano le indagini per risalire alle eventuali vittime di truffe o sostituzioni di persona.

Continua a leggere

Cronaca

Grumo Nevano. 4 imprenditori denunciati per sfruttamento del lavoro nero

Pubblicato

il

I carabinieri della Stazione di Grumo Nevano insieme a quelli del Nucleo Operativo del Comando Gruppo Carabinieri Tutela del Lavoro di Napoli, dei Carabinieri del Reggimento Campania e al personale civile dell’ispettorato del lavoro, a conclusione di un predisposto servizio di controllo finalizzato a contrastare le violazioni delle norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e di quelle relative allo sfruttamento del “lavoro nero” hanno denunciato in stato di libertà 4 persone, italiane e straniere, titolari di altrettanti opifici tessili ubicati nel comune di Casandrino, responsabili di numerose violazioni penali alle norme della sicurezza sui luoghi di lavoro.

Durante le attività è emerso, inoltre, che 15 lavoratori non erano stato assunti regolarmente.

In totale sono state elevate sanzioni amministrative per 65mila euro e prescrizioni penali per 130mila euro. Delle 4 attività controllate, tra quelle con le maggiori criticità riscontrate, una è stata sottoposta a sequestro, mentre l’altra è stata momentaneamente sospesa.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante