Resta sintonizzato

Attualità

NAPOLI. Inaugurazione del centro commerciale La Birreria: ecco la data ufficiale

Pubblicato

il

Il centro commerciale La Birreria nel quartiere di Miano è pronto ad aprire al pubblico.

L’inaugurazione è stata fissata per il giorno 24 aprile, alle ore 16.30, con una festa animata da associazioni e artisti.

Nel corso dell’evento ci sarà un omaggio a Pino Daniele e si potranno ammirare anche le opere di Mister Pencil tattoo, famoso street artist napoletano.

La Birreria, infine, resterà aperta anche nei giorni 25 aprile e 1 maggio, dalle ore 9 alle ore 21.30 per l’evento “Passa il Ponte in centro”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Assolti i fratelli del senatore Luigi Cesaro, accusati di concorso esterno in associazione mafiosa

Pubblicato

il

Il Tribunale di Napoli Nord, ha deciso di assolvere i fratelli Aniello e Raffaele Cesaro, fratelli del senatore Luigi, dall’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. La decisione, è stata presa ‘perché il fatto non sussiste’. Tuttavia, Aniello Cesaro, è stato comunque condannato a sei anni per falso. Il loro avvocato, Vincenzo Maiello, ha voluto così commentare: “I due imprenditori, sono stati sottoposti per 4 anni a misure cautelari, di cui i primi due anni in carcere. Prendiamo atto, con grande soddisfazione, che il Tribunale di Napoli Nord, ha certificato la contrarietà ai fatti di un’accusa così grave, che ha creato tanta sofferenza personale familiare ed economico-imprenditoriale ai miei assistiti. Dobbiamo riconoscere al Tribunale, di aver emesso una decisione in piena autonomia e autonomia di giudizio, nonostante una campagna mediatica che aveva sin dall’inizio raccontato enfaticamente la vicenda, alimentando un forte e diffuso pregiudizio nei confronti degli imputati”.

Continua a leggere

Attualità

Mogol, presidente SIAE: “Siamo allo stremo. Fateci riaprire realmente”

Pubblicato

il

ROMA – La Società Italiana degli Autori ed Editori ha elaborato una petizione che raccoglie le tante voci della cultura, dello spettacolo e della politica. Il fine della raccolta è sollecitare il Governo ad aumentare la capienza dei teatri, dei cinema, degli spazi deputati alla musica dal vivo.

“Abbiamo sempre rispettato le regole e le leggi e anteposto la salute dei cittadini a tutto il resto. Ora però siamo veramente allo stremo”. Lo ha detto il Presidente SIAE Giulio Rapetti Mogol.

“Ristoranti, bar e molte altre attività hanno ripreso quasi a pieno regime. Circa il 70% dei cittadini ha completato il ciclo vaccinale e il green pass costituisce un altro presidio importante a tutela della salute; moltissimi artisti si sono schierati in favore della campagna vaccinale.

Peraltro, molte discoteche e locali – continua il presidente Mogol – stanno finendo nelle mani della malavita organizzata, con l’evidente possibilità di trasformarsi così in potenziali presidi di malaffare e di spaccio.

In altri grandi paesi europei le attività culturali sono riprese a pieno regime o quasi. Per questo rivolgiamo un appello al Presidente del Consiglio e al Ministro della Cultura che da tempo si batte per le riaperture”.

“Fateci ripartire in sicurezza ma fateci ripartire realmente. Abbiamo la sensazione – continua Mogol – che nel Governo prevalgano o rischiano di prevalere atteggiamenti e posizioni minoritarie che francamente sembrano più irragionevolmente emotive che realmente razionali. Non vogliamo ammalarci ma il rischio di morire SANI è ormai molto reale”.

“L’industria della cultura, prima della pandemia, era la terza del Paese e dava lavoro complessivamente a più di 1,5 milioni di persone, il 40% dei quali under 35. Come SIAE lanciamo questa petizione perché conosciamo bene il valore economico e sociale delle attività culturali, e anche per noi è diventato impossibile mantenere fede alla nostra mission, quella di essere sempre dalla parte di chi crea.

I mancati incassi della nostra Società sono lo specchio di altrettanti mancati incassi per gli autori, gli interpreti, gli editori, tutti coloro che producono cultura, spettacolo e intrattenimento nel nostro Paese.”

Molti gli artisti che hanno già aderito alla raccolta firme. Tra costoro ricordiamo: Stefano Accorsi, Alessandra Amoroso, Claudio Baglioni, Angelo Barbagallo, Giovanni Caccamo, Caterina Caselli, Cheope, Valeriano Chiaravalle, Gigi D’Alessio, Fiorello, Rocco Hunt, Kaballà, Mario Lavezzi, Fiorella Mannoia, Moira Mazzantini, Popi Minellono, Ferzan Özpetek, Gino Paoli, Nicola Piovani, Pivio, Andrea Purgatori, Eros Ramazzotti, Tony Renis, Riccardo Scamarcio, Carlo Verdone.

On line la piattaforma www.cultura100x100.it per tutti coloro che vorranno sostenere la proposta sono invitati a visitarla e a sottoscrivere l’appello.  

Continua a leggere

Attualità

Sorpresi a incendiare rifiuti e pneumatici: nei guai due persone

Pubblicato

il

I carabinieri della Stazione di Parete, hanno effettuato dei controlli in località Centore, frazione di Trentola Ducenta, dove nella notte, hanno notato una colonna di fumo innalzarsi da un terreno privato posto all’interno di una stradina interpoderale. Tuttavia, l’immediato intervento ha permesso ai militari dell’Arma di sorprendere, in flagranza di reato, due persone intente ad incendiare rifiuti di vario genere, tra i quali pneumatici, plastiche varie, materiali provenienti da demolizioni e sterpaglie. Inoltre, sul posto, sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Aversa. Pertanto, l’intera area, è stata sottoposta a sequestro, mentre le due persone, sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Napoli Nord, per combustione illecita di rifiuti.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante