Riceviamo e pubblichiamo:

Melito, di Napoli – Comunicato dei gruppi di opposizione Pd, Dema, Verdi – Melito Adesso, Movimento democratici e progressisti per Melito, Cristiano & Popolari per Melito.

Nelle ultime settimane la gestione del servizio rifiuti a Melito si sta rivelando sempre più deficitaria.

I cumuli di immondizia in alcune aree della città hanno raggiunto dimensioni da record, con disagi evidenti per i cittadini, per la loro salute e per il decoro del nostro territorio.

A fronte di ciò, le responsabilità dell’Amministrazione sono gravi ed evidenti.

Da quando essa si è insediata, oramai due anni fa, la gestione del servizio di igiene urbana è del tutto fallimentare.

Agli attuali inquilini della casa comunale chiediamo:

che fine hanno fatto gli econcentivi per la raccolta differenziata, aboliti, ri-promessi e mai più ripristinati?

Che fine hanno fatto le telecamere acquistate dalla precedente amministrazione per stanare i delinquenti del sacchetto selvaggio?

Che fine ha fatto la sala operativa allestita nel comando di Polizia municipale per esaminare le immagini rilevate dalle telecamere stesse?

Quante violazioni sono state accertate nei confronti di chi non rispetta il calendario di deposito dei rifiuti?

Infine, cosa ne è stato del finanziamento regionale da 1 milione di euro ottenuto dalla Giunta precedente per installare altre telecamere sul territorio?

Le promesse e le autocelebrazioni di inizio mandato, ormai sempre più rare visti gli scadenti risultati, si scontrano con la dura realtà di un paese sporco, trascurato, sopraffatto dall’incuria e da un inciviltà che l’amministrazione non riesce a debellare e neppure a combattere adeguatamente.

In queste circostanze, consuetudine politica impone le dimissioni dell’assessore al ramo: nel nostro caso, la delega all’ambiente è direttamente nelle mani del sindaco. Tragga, pertanto, le conseguenze della sua inadeguatezza.

LASCIA UN COMMENTO