Resta sintonizzato

Crispano

CRISPANO. Chiarimenti di D’Errico stentano ad arrivare e intanto prende corpo l’asse vecchia politica

Pubblicato

il

CRISPANO – Son passati cinque giorni dall’affissione e la diffusione a mezzo Facebook del manifesto redatto dall’opposizione. Tutti hanno parlato. Le polemiche sono già scemate. Ma la verità non è uscita fuori. Ognuno tenta di tirare acqua al proprio mulino ma nessuno ha capito che a Crispano di acqua ce n’è rimasta ben poca. I commissari fortunatamente in questa piccola città hanno saputo mettere ordine. Ma andiamo per gradi.

Nel manifesto affisso dall’opposizione tutta, si accusa l’attuale amministrazione di essere la continuità dell’amministrazione Esposito, come se questa fosse una colpa, come se Esposito fosse un male peggiore di Antonio Barra o di qualunque altro politico che in queste zone ha enormemente fallito, dimenticandosi che se in realtà fosse stato il gruppo di “Rialzati Crispano” a vincere, si sarebbe verificato lo stesso e identico quadro, visto che tra i candidati spiccavano i nomi di Carlo La Sala assessore di una maggioranza di centro sinistra nella consiliatura Carlo Esposito, Luigi Capasso assessore espressione del PD sempre con l’allora sindaco Carlo Esposito, Sossio Vitale segretario del PD quando Carlo Esposito era sindaco ed Enzo Cennamo assessore PD con Carlo Esposito. Allora qual è il punto?

Il punto è che in un paese di dodici mila abitanti che si estende su 2,2 Kmq parlare di differenze diventa quasi impossibile, non si fa altro che continuare ad alimentare un clima da guelfi e ghibellini che fino ad oggi non ha fatto altro che l’interesse dei pochi. Quei pochi che oggi stanno facendo fronte unico contro la nuova concezione della politica che sta trasmettendo il neo sindaco Michele Emiliano. Ma questo è un argomento che approfondiremo durante questo scritto.

L’avvocato Michele Emiliano non ha mai nascosto di essere la sintesi di una coalizione di centrosinistra formato da PD, Campania Libera e Partito socialista. Carlo Esposito si è sempre professato sostenitore del neo sindaco, sia in campagna elettorale che tutt’ora. Quindi da un uomo che malgrado la sua candidabilità, ha deciso di continuare a fare politica fuori le mura e sostenere chi secondo lui abbia tutte le qualità per rappresentare la discontinuità anche di se stesso, credo che ci sia solo da fargli un applauso, soprattutto per il coraggio che ha avuto di fare un passo indietro a differenza di qualcun altro che è stato costretto a farlo. Allora visto che nel manifesto non c’è nulla di offensivo all’indirizzo del sindaco di cosa lo si accusa precisamente? Di essere il fantoccio di Carlo Esposito? Benissimo affrontiamo quest’altro tema.

Tutti hanno visto, ascoltato e guardato la famosa fuga in avanti fatta da Carlo Esposito durante quella intervista rilasciata ad una webtv locale dove rivendicava due assessori in quota al PD, anche da non tesserato del PD. Alla fine, quanti assessori ha ottenuto il PD? Cosa deve ancora dimostrare l’attuale sindaco per non essere definito come mero esecutore di Carlo Esposito?

La verità è un’altra. Con Michele Emiliano hanno perso tutti quelli che oggi stanno parlando. Soprattutto quelli che nascosti dietro le tastiere cercano di creare un altro asse che andrebbe a formare quello della vecchia politica in contrapposizione a quella nuova stabilita dal neo sindaco.

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo pare che Alfonso D’Errico all’indomani dell’uscita del manifesto, abbia fatto sapere subito, attraverso i suoi mezzi di comunicazione, che la sua idea di politica è totalmente distante da quella riportata su quel manifesto. Bene, sarebbe questa una buona notizia per Crispano, se solo il capo dell’opposizione avesse il coraggio di prendere le distanze in maniera pubblica. Ma ci scuserà l’ex Presidente del Consorzio Zona P.I.P. se non crediamo alla veridicità del suo pensiero. Solo perché siamo sicuri che la mano che ha determinato il pensiero di avvisare delle “false” distanze agli addetti ai lavori, sia la stessa che ha scritto il manifesto e che contestualmente scrive i post e commenti all’ex sindaco Carlo Esposito.

Ora, sempre ed in nome della verità, se davvero si vuole bene alla città è ora che i politici si mostrino alla gente per quello che sono, con le loro virtù e le loro debolezze, perché fino a quando l’ignoranza di alcuni addetti ai lavori lascia campo libero a chi lavora nell’ombra, forse anche male, stando a quanto riportato dalle Procure campane, Crispano sarà sempre minata dall’odio e dalla rivalità perché sono proprio questi due sentimenti a fare gli interessi di chi è abituato a lavorare col cappuccio.

Che si possa configurare un potenziale asse Esposito-D’Errico e che possa prendere corpo grazie all’obiettivo comune, quello di vedere Michele Emiliano e la sua amministrazione come il nemico da abbattere è del tutto probabile visto che alle spalle dei due c’è un ghost writer che funge da trade union. Così a Crispano non si parlerebbe più di Barra contro Esposito ma di vecchia politica contro la nuova e se ci facciamo caso per la vecchia politica non cambierebbe nulla, basta solo spostare il mirino altrove.

Adesso resta solo da capire, anche in virtù di un commento rilasciato dall’ex sindaco Carlo Esposito su Facebook che recitava: “Sono sicuro che Alfonso D’Errico continuerà sul percorso d’amore verso il nostro paese e non sul percorso dell’odio e del rancore. Sicuramente, dopo quel manifesto, D’Errico chiarirà la posizione del gruppo e gli obiettivi che intendo – qui si spera che sia un refuso e che volesse scrivere “intendono” se no sarebbe ancora più grave la cosa – proseguire durante questa consiliatura”, quale sarà la posizione di Antonio Barra e del suo gruppo “Rialzati Crispano”.

Ma quanto è tenero l’ex sindaco Carlo Esposito? Ma dov’è stato in questi ultimi due anni di commissariamento rinchiuso in qualche convento? Parla d’amore, se non fossimo sicuri che a scrivere non è lui saremo quasi commossi. Ma la verità è un’altra. Ad oggi quel chiarimento tanto atteso da Carlo Esposito o dal suo ghost writer, a cinque giorni dal manifesto non è ancora arrivato. Quindi la domanda è un’altra: queste distanze da Rialzati Crispano chi le desidera, Esposito o il ghost writer? O ad Alfonso D’Errico e al ghost writer – che tra l’altro cura l’immagine anche di Antonio Barra oltre che quella dell’ex sindaco e ex Presidente Consorzio PIP – fa comodo far pensare ad Esposito e quindi anche ad Emiliano che D’Errico e Barra siano due menti totalmente indipendenti? Ai posteri l’ardua sentenza.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano annuncia la vaccinazione in piazza senza prenotazione

Pubblicato

il

Il Sindaco di Crispano, Michele Emiliano, ha annunciato la possibilità di vaccinarsi senza obbligo di prenotazione in piazza, il 5 Agosto. Iniziativa importante per garantire l’immunità a tutto il comune di Crispano.

Come si puo leggere dal post scritto dal Sindaco Emiliano: “Oggi l’Asl ci ha comunicato che Crispano è stata scelta come sede itinerante della campagna vaccinale. Significa che sarà possibile il giorno 5 agosto vaccinarsi senza alcuna prenotazione, per chi non l’avesse ancora fatto. Una bella occasione per vivere un’estate più serena. I numeri stanno infatti dimostrando che l’efficacia dei sieri contro le #ospedalizzazioni e contro i casi fatali di morte da covid è davvero molto alta;Proprio per questo, per noi stessi e per chi amiamo, vaccinarsi diventa essenziale. La presenza del camper vaccinale sul nostro territorio è una buona notizia, anche in virtù del fatto che molti centri vaccinali di comuni limitrofi stanno chiudendo per essere accorpati e nonostante il centro di Frattaminore sia davvero vicinissimo, l’occasione di farlo nella villa comunale e senza la burocrazia della prenotazione è davvero da non perdere;Nei prossimi giorni vi darò anche un aggiornamento generale sulla situazione covid nel territorio e sui livelli di contagio. Vi prego però, con un appello pubblico da parte di tutta l’amministrazione, a proteggervi perché l’estate ci porta a stare fuori, a socializzare ed a frequentare gli altri. Vaccinarsi è l’unica arma contro il progredire grave di questo insidioso virus. Ringrazio l’assessore Marina Cennamo per essersi confrontata con l’Asl ed avermi aiutato ad ottenere questo risultato. Sono sicuro che sarete in tanti”

Continua a leggere

Attualità

Crispano. Operazioni di pulizia e disinfezione dei luoghi pubblici in città

Pubblicato

il

Sono partite nella mattinata di oggi, mercoledì 14 luglio, le operazioni di pulizia e disinfezione dei luoghi pubblici a Crispano.

Ad annunciarlo il Sindaco, Michele Emiliano, sulla sua pagina Facebook.

Questa mattina sono iniziate le operazioni di lavaggio e di disinfezione delle strade e delle piazze di Crispano. L’intervento durerà per diversi giorni proprio per garantire l’intera copertura del territorio comunale” ha esordito il primo cittadino.

Continuando “Una vivibilità migliore è garantita innanzitutto da quelle che sono considerate ‘piccole cose’. Come ho sempre detto, mettiamo a regime l’ordinario e di pari passo ci preoccupiamo di programmare i grandi progetti“.

Concludendo “Nei prossimi giorni, proprio sul fronte delle opere pubbliche, arriveranno importanti novità capaci di garantire a Crispano il salto di qualità. Nel frattempo continuiamo a lavorare con attenzione alle cose semplici e possibili“.

Continua a leggere

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano intensifica i controlli con nuove fototrappole e multe sul territorio

Pubblicato

il

Il Sindaco Michele Emiliano ha intensificato i controlli sul comune di Crispano. I controlli vertono sulla questione di rifiuti e isole ecologiche. In tempi brevi saranno istallate nuove fototrappole.

Michele Emiliano ha dato la notizia dei nuovi controlli in con un post di Facebook dichiarando:” Come sapete, l’amministrazione che guido ha, sin dai suoi primi passi,mosso una feroce battaglia per il contrasto alle illegalità e alla mancanza di regole. Controlli continui sullo sversamento di rifiuti che quando siamo arrivati raggiungeva livelli insopportabili. Ricorderete come abbiamo trovato l’isola ecologia e in cosa l’abbiamo trasformata: un luogo finalmente decoroso.

Grazie al lavoro intenso svolto dall’assessore all’ecologia Michele Vitale;Questi controlli si sono ulteriormente intensificati con l’arrivo del comandante della polizia locale Fabio Dimino, che coadiuvando l’assessore Michele Vitale ha dato una forte spinta in tutte le direzioni: pressante repressione degli #sversamenti abusivi, elevazione di verbali per il codice della strada, specie nei confronti dei mezzi pesanti che si ostinano a non rispettare i divieti. Recentemente ne abbiamo denunciati ben 4, quello che vedete in foto lo abbiamo individuato grazie alla #videosorveglianza. Un mezzo proveniente da Caivano che ad isola ecologica chiusa sversava fuori all’area industriale. Segno di quanto importante sia stato chiuderne il perimetro. Alle lamentele di un cittadino che ringrazio, ha persino risposto a malo modo. Un altro ancora su via Amendola

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante