Resta sintonizzato

Crispano

CRISPANO. Il rispetto delle regole preteso dall’amministrazione Emiliano fa scappare la Buttol srl

Pubblicato

il

CRISPANO – È appena terminato il Consiglio Comunale a Crispano, il secondo dell’era Emiliano, oggi in aula si doveva approvare l’Assestamento di bilancio e la Nomina della Commissione comunale per la formazione e l’aggiornamento degli Albi dei Giudici popolari delle Corti di assise ma il punto dell’ordine del giorno che ha tenuto banco nell’assise di oggi è stato la Comunicazione del sindaco inerente il Servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti solidi urbani.

Nella sua relazione il sindaco Michele Emiliano ha tenuto a ribadire quanto lavoro sia stato profuso dalla sua amministrazione circa i disservizi causati dalla ditta Buttol sulla raccolta dei rifiuti in città e nello specifico ha elencato una serie di sollecitazioni fatte alla ditta. Sollecitazioni che sono sfociate in attribuzione di penali pecuniarie prima ed esposti firmati dal sindaco e indirizzati alla competente Procura della Repubblica poi.

Atteggiamento che ha fatto mettere sulla difensiva la ditta Buttol srl che al margine dell’ultima richiesta fatta dal sindaco di ottemperare il servizio sul territorio secondo il vigente capitolato d’appalto, ha comunicato al sindaco e alla Segretaria generale dell’ente che passati i restanti 90 giorni – termine in cui scade l’ultima ordinanza firmata dal sindaco che gli consente di espletare il servizio sul territorio crispanese – non intende più portare avanti tale incombenza poiché il rispetto del capitolato preteso dall’amministrazione Emiliano pone la stessa ditta in serie difficoltà economiche visto che il costo per cui essa viene pagata non riesce a coprire l’importo delle varie spese necessarie ad ottemperare, così come da capitolato, servizi come falcio dell’erba, spazzamento delle strade e pulizie caditoie.

Anomalia mai registrata prima neanche in altri comuni gestiti dalla Buttol srl con densità demografica e popolazione ampiamente superiore a Crispano. Ma entriamo nei meriti e cerchiamo di capire cosa sia successo.

La Buttol srl eredita il servizio di raccolta rifiuti solidi urbani, falcio erba, pulizia caditoie e spazzamento mediante interpello fatto dai Commissari Prefettizi, visto che in precedenza, in base al capitolato d’appalto vigente a Crispano, redatto e approvato dalla scorsa amministrazione Barra, anche il Consorzio CITE chiese la rescissione contrattuale ed è per questo che si aprì un contenzioso tra Comune e quest’ultima azienda.

Il contenzioso fa sì che il Comune possa interpellare la seconda classificata in gara – in questo caso la Buttol srl – ma i Commissari decidono di affidare il servizio, non facendo firmare i contratti ma formulando ordinanze trimestrali che concedevano la ditta la possibilità di espletare tale servizio.

I Commissari prefettizi sono riusciti a convivere con tale ditta poiché, consci del tempo limitato che avevano, hanno potuto fingersi sordi alle lamentele dei cittadini e lasciare la ditta libera di creare disservizi sul territorio. L’amministrazione Emiliano e il sindaco in persona non potevano non accogliere le lamentele ma soprattutto non potevano far sì che attacchi strumentali fatti a mezzo social potessero formare l’opinione pubblica in senso errato. Così, facendo quello che qualsiasi buon politico avrebbe fatto, il sindaco Emiliano ha chiesto espressamente il rispetto del capitolato d’appalto, poiché sbagliato o meno, quello è lo strumento che regola oggi la vita ecologica del paese.

Quindi Michele Emiliano, avendo anche la fortuna di amministrare in un ente che presenta dei dirigenti dalle mani libere, ha fatto quello che nessun Commissario o sindaco di paesi limitrofi ha avuto il coraggio di fare. Ha messo la Buttol srl spalle al muro. “Noi ti paghiamo e tu ci devi offrire il servizio come da capitolato”.

Di rimando la Buttol srl formula una lettera dove molto cordialmente descrive le varie lacune del vigente capitolato d’appalto, rinunciando da qui in avanti a servire il Comune di Crispano a queste condizioni.

Nel primo punto la Buttol srl denuncia il numero della forza lavoro sottostimato nel capitolato, si parla di 17 unità, numero per il quale, secondo la Buttol potrebbe bastare ma solo se non si ammala nessuno o se nessuno pretende ferie accumulate ma sistematicamente, per un motivo o per un altro, a Crispano ogni mattina mancano in media sempre cinque operatori.

Nel secondo punto la Buttol srl denuncia il numero di ore sottostimate nel vigente capitolato che secondo la ditta dovrebbe essere incrementato e nel terzo punto la Buttol srl lamenta il calcolo errato secondo il quale ci dovrebbe essere solo un svuotamento e mezzo settimanale, mediante scarrabile, dell’isola ecologica, eventualità mai verificata a Crispano visto che l’isola ecologica viene svuotata in media 4/5 volte a settimana e su questo tema si registra un’enorme anomalia.

A quanto pare Crispano produce più rifiuti ingombranti che solidi urbani, infatti si pensa che finora, almeno fino a quando l’amministrazione Emiliano non ha voluto vederci chiaro, l’isola ecologica avesse accettato e conferito rifiuti anche da cittadini provenienti da altri territori. Ovviamente su questo sta lavorando la magistratura a seguito di denunce partite proprio dall’amministrazione Emiliano.

Premesso quanto scritto, in realtà un’altra anomalia, conseguente della prima è che adesso sul territorio crispanese i rifiuti ingombranti non vengono portati più all’isola ecologica, che oggi grazie al rispetto delle regole preteso dal sindaco Emiliano, è completamente svuotata e funziona in maniera impeccabile, ma compaiono lungo le strade del paese e la cosa strana è che non si fa in tempo a raccoglierli che già vengono depositati altri. Un fenomeno, quest’ultimo, registrato e denunciato da alcuni dipendenti della Buttol srl.

Insomma, al di là di qualche affermazione fantasiosa, perché a suo dire la politica è fatta di fantasia, la questione rifiuti a Crispano diventa un giallo che assolutamente deve essere risolto.

Ci auguriamo solo che non bisogna ricorrere ai metodi fantasiosi del Consigliere Sossio Vitale che “dall’alto” della sua “lunga esperienza” politica ha suggerito al primo cittadino di conferire, in maniera temporanea, i materassi abbandonati per strada nel cortile del comune. In aula hanno fatto finta tutti di non sentire, anche perché una défaillance, se arriva da uno “scafato” come Sossio Vitale, va sempre perdonata.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano annuncia la vaccinazione in piazza senza prenotazione

Pubblicato

il

Il Sindaco di Crispano, Michele Emiliano, ha annunciato la possibilità di vaccinarsi senza obbligo di prenotazione in piazza, il 5 Agosto. Iniziativa importante per garantire l’immunità a tutto il comune di Crispano.

Come si puo leggere dal post scritto dal Sindaco Emiliano: “Oggi l’Asl ci ha comunicato che Crispano è stata scelta come sede itinerante della campagna vaccinale. Significa che sarà possibile il giorno 5 agosto vaccinarsi senza alcuna prenotazione, per chi non l’avesse ancora fatto. Una bella occasione per vivere un’estate più serena. I numeri stanno infatti dimostrando che l’efficacia dei sieri contro le #ospedalizzazioni e contro i casi fatali di morte da covid è davvero molto alta;Proprio per questo, per noi stessi e per chi amiamo, vaccinarsi diventa essenziale. La presenza del camper vaccinale sul nostro territorio è una buona notizia, anche in virtù del fatto che molti centri vaccinali di comuni limitrofi stanno chiudendo per essere accorpati e nonostante il centro di Frattaminore sia davvero vicinissimo, l’occasione di farlo nella villa comunale e senza la burocrazia della prenotazione è davvero da non perdere;Nei prossimi giorni vi darò anche un aggiornamento generale sulla situazione covid nel territorio e sui livelli di contagio. Vi prego però, con un appello pubblico da parte di tutta l’amministrazione, a proteggervi perché l’estate ci porta a stare fuori, a socializzare ed a frequentare gli altri. Vaccinarsi è l’unica arma contro il progredire grave di questo insidioso virus. Ringrazio l’assessore Marina Cennamo per essersi confrontata con l’Asl ed avermi aiutato ad ottenere questo risultato. Sono sicuro che sarete in tanti”

Continua a leggere

Attualità

Crispano. Operazioni di pulizia e disinfezione dei luoghi pubblici in città

Pubblicato

il

Sono partite nella mattinata di oggi, mercoledì 14 luglio, le operazioni di pulizia e disinfezione dei luoghi pubblici a Crispano.

Ad annunciarlo il Sindaco, Michele Emiliano, sulla sua pagina Facebook.

Questa mattina sono iniziate le operazioni di lavaggio e di disinfezione delle strade e delle piazze di Crispano. L’intervento durerà per diversi giorni proprio per garantire l’intera copertura del territorio comunale” ha esordito il primo cittadino.

Continuando “Una vivibilità migliore è garantita innanzitutto da quelle che sono considerate ‘piccole cose’. Come ho sempre detto, mettiamo a regime l’ordinario e di pari passo ci preoccupiamo di programmare i grandi progetti“.

Concludendo “Nei prossimi giorni, proprio sul fronte delle opere pubbliche, arriveranno importanti novità capaci di garantire a Crispano il salto di qualità. Nel frattempo continuiamo a lavorare con attenzione alle cose semplici e possibili“.

Continua a leggere

Crispano

Crispano. Il Sindaco Michele Emiliano intensifica i controlli con nuove fototrappole e multe sul territorio

Pubblicato

il

Il Sindaco Michele Emiliano ha intensificato i controlli sul comune di Crispano. I controlli vertono sulla questione di rifiuti e isole ecologiche. In tempi brevi saranno istallate nuove fototrappole.

Michele Emiliano ha dato la notizia dei nuovi controlli in con un post di Facebook dichiarando:” Come sapete, l’amministrazione che guido ha, sin dai suoi primi passi,mosso una feroce battaglia per il contrasto alle illegalità e alla mancanza di regole. Controlli continui sullo sversamento di rifiuti che quando siamo arrivati raggiungeva livelli insopportabili. Ricorderete come abbiamo trovato l’isola ecologia e in cosa l’abbiamo trasformata: un luogo finalmente decoroso.

Grazie al lavoro intenso svolto dall’assessore all’ecologia Michele Vitale;Questi controlli si sono ulteriormente intensificati con l’arrivo del comandante della polizia locale Fabio Dimino, che coadiuvando l’assessore Michele Vitale ha dato una forte spinta in tutte le direzioni: pressante repressione degli #sversamenti abusivi, elevazione di verbali per il codice della strada, specie nei confronti dei mezzi pesanti che si ostinano a non rispettare i divieti. Recentemente ne abbiamo denunciati ben 4, quello che vedete in foto lo abbiamo individuato grazie alla #videosorveglianza. Un mezzo proveniente da Caivano che ad isola ecologica chiusa sversava fuori all’area industriale. Segno di quanto importante sia stato chiuderne il perimetro. Alle lamentele di un cittadino che ringrazio, ha persino risposto a malo modo. Un altro ancora su via Amendola

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante