A Mugnano un uomo di 56 anni, incensurato, è stato denunciato dai Carabinieri.

L’uomo si è reso responsabile di detenzione abusiva di munizionamento e danneggiamento aggravato.

Nelle scorse settimane, in più occasioni, alcuni cittadini avevano denunciato il danneggiamento di alcuni infissi delle proprie abitazioni, colpiti da proiettili esplosi da un fucile da caccia.

Una volta individuato il responsabile, i carabinieri hanno scoperto che l’uomo ogni qualvolta sentiva suonare l’allarme della propria abitazione, iniziava a sparare con il fucile per spaventare i ladri.

Inoltre il 56enne deteneva regolarmente in casa 1 fucile Damasco cal. 12, 1 fucile cal.12 marca Lorenzotti, 1 fucile Beretta cal.12, 1 pistola “Brigadier” Beretta cal.9×21 e 1 pistola Beretta cal. 7,65.

Le armi sono state sequestrate in via preventiva dai carabinieri perché alcune munizioni ritrovate non erano compatibili con quelle rinvenute nelle due abitazioni colpite e altre invece non erano regolarmente denunciate all’autorità e detenute abusivamente.

LASCIA UN COMMENTO