CASORIA – Non ci sono scuse per le forze di minoranza che si sono assentate oggi in aula. Non è questo il modo di controllare o dibattere sul territorio.

Stamattina si è svolto, nell’aula consiliare del Comune, un Consiglio Comunale monotematico che aveva come unico punto all’ordine del giorno la presentazione delle linee programmatiche del lustro amministrativo targato Raffaele Bene.

L’opposizione era assente per protesta. L’accordo sul non essere presente oggi in aula nasce da un errore commesso dal Presidente del Consiglio Andrea Capano che nell’invito al Consiglio Comunale al posto di mettere come all’ODG “Presentazione delle linee programmatiche del sindaco Raffaele Bene…” scrive “Approvazione delle linee programmatiche…”.

Accortisi dell’enorme strafalcione, contestato anche dalle minoranze, il Presidente del Consiglio corre ai ripari, inoltra a tutti i consiglieri, un’integrazione al documento col parere favorevole Segretario comunale accuratamente allegato, dove si riporta il chiarimento sull’errore e la corretta dicitura.

L’opposizione a questo punto solleva una sterile polemica finalizzata alla protesta conclusasi oggi con la sua assenza in aula.

È pur vero che un politico di esperienza come Andrea Capano non può permettersi uno strafalcione del genere, davvero si è scivolati su una buccia di banana, ma è altrettanto vero che l’opposizione ha perso un’occasione per far capire alla cittadinanza quanto sia approssimativa e sprovveduta questa maggioranza eletta democraticamente.

La politica a nord di Napoli non finisce mai di stupire, il livello della politica si appiattisce sempre più verso il basso e chi poteva mettere in atto davvero un’azione di contrapposizione, oggi ha scelto di far parlare il sindaco da solo per poi far terminare i lavori del Consiglio Comunale in appena 15 minuti.

LASCIA UN COMMENTO