Resta sintonizzato

Attualità

Terra dei Fuochi: la colpa non è solo delle istituzioni!

Pubblicato

il

Negli ultimi mesi in Campania abbiamo assistito a diversi roghi tossici, che stanno continuando a torturare la cosiddetta Terra dei Fuochi: gli ultimi, in ordine di tempo, si sono verificati nella fabbrica di smaltimento pneumatici a Battipaglia e nella fabbrica di plastiche per batterie ad Avellino.

Tutto ciò avviene, guarda caso, in contemporanea con lo stop del Termovalorizzatore di Acerra.

Non credo sia una coincidenza, ma il problema della Terra dei Fuochi e dei roghi tossici non è da ricondurre a tale circostanza, c’era prima e purtroppo ci sarà anche dopo e la colpa non è solo delle istituzioni, che di certo non sono pure al riguardo.

Ad aggravare la situazione, infatti, è l’irresponsabilità delle persone, che, come nell’episodio increscioso verificatosi ieri pomeriggio allo Stadio San Paolo, non perdono mai l’occasione per dimostrare la propria inciviltà e strafottenza, ad esempio non facendo la raccolta differenziata.

Le stesse persone, magari, quando si verifica un incendio, sono subito pronte a puntare il dito contro le istituzioni e il sistema, senza interrogarsi del come e del perché accadono determinate cose: tutti i cittadini dovrebbero quindi provvedere a fare un esame di coscienza prima di puntare il dito.

Solo in questo modo, forse, si può iniziare a migliorare e a sperare in un futuro, che al momento assume le sembianze di una nube di fumo nero, generata dall’ennesimo rogo tossico.

Il nostro Direttore Mario Abenante, attraverso il proprio profilo Facebook, ha espresso il suo parere al riguardo:

Nella stessa identica maniera ci comportiamo quando non curante delle conseguenze continuiamo a comprare borse della Luis Vitton contraffatte, scarpe parallele, cambiamo il treno gomme all’automobile con delle usate senza farci fare la fattura (per risparmiare) e ci facciamo fare il collaudo dall’amico meccanico che ci mette il timbrino sul libretto di circolazione, ci scocciamo di fare la differenziata e troviamo la scusa: “vabbè ma poi tanto mischiano tutto”.

E dopo tutti insieme a gridare No alla Terra dei Fuochi, No agli inceneritori, No alle discariche, scusate ma se continuate a produrre merda (indifferenziata) mi dite dove metterla?

E allora anche lì, quando vediamo la colonna di fumo nero, diamo la colpa alle istituzioni, ai ministri, vogliamo fare passerelle, ci mettiamo con i bimbi in braccio e gridiamo allo scandalo perché i politici non pensano al loro avvenire.

E noi? Pensiamo all’avvenire dei nostri figli? Siamo in grado di avere cura della cosa pubblica così come dell’ambiente? Abbiamo fatto un serio mea culpa per tutto questo? No? Allora non c’è nulla da fare!

MERITIAMO L’ESTINZIONE.

#NonSoPiuComeDirlo“.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Ladri in trasferta per rubare dei gioielli, in manette tre napoletani

Pubblicato

il

Lo scorso weekend, la Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Genova e La Spezia, ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti di altrettanti soggetti residenti nel napoletano, arrestati con l’accusa di concorso in rapina aggravata ai danni dei rappresentanti di gioielli. L’indagine, ha avuto inizio a seguito di una rapina effettuata a marzo ai danni di un rappresentante di gioielli della provincia genovese. In particolare, quel giorno, due soggetti a bordo di una moto, con casco nero integrale, si erano avvicinati all’auto dei malcapitati, sottraendogli una borsa contenente gioielli per un valore di 130 mila euro.

L’attività d’indagine, ha consentito di individuare i transiti autostradali dei veicoli utilizzati per le rapine e anche la loro base, una struttura ricettiva in Toscana. Pertanto, tutti i soggetti, sono stati tratti in arresto lo scorso sabato, mentre si trovavano nelle loro case. I tre arrestati, sono stati poi condotti presso il carcere di Poggioreale a Napoli, mentre un quarto componente, è stato denunciato a piede libero.

Continua a leggere

Attualità

Sorpreso con pistola, droga e cartucce: arrestato 40enne

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, hanno tratto in arresto nel corso della mattinata odierna, un 40enne del luogo. In particolare, i militari dell’Arma, hanno perquisito l’abitazione dell’uomo e sequestrato una pistola Beretta provento del furto e 41 cartucce dello stesso calibro, nonché 56 grammi di marijuana. L’uomo, alla vista dei carabinieri, ha tentato invano di disfarsi dell’arma, del munizionamento e dello stupefacente, lanciandoli dal proprio balcone nel giardino del vicino di casa. L’arrestato, è stato poi condotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere, in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Crispano, varata nuova modalità di gestione delle cedole e dei voucher per le scuole

Pubblicato

il

Il Comune di Crispano, a partire dall’anno scolastico 2021/22, ha adottato una nuova modalità di gestione delle cedole per gli alunni e le alunne delle scuole primarie statali e paritarie del territorio comunale. Pertanto, le cedole e i voucher, saranno forniti in formato digitale e potranno essere utilizzate presso le cartolibrerie/librerie accreditate, con avvisi da ricercare di volta in volta sul sito www.comune.crispano.na.it, mediante l’esibizione di un semplice Codice Pin, associato al codice fiscale dell’alunno beneficiario. Per quanto riguarda invece, la procedura di domanda, può essere presentata dal 21 settembre 2021 al 30 settembre 2021.

La procedura da seguire, è molto semplice, infatti sarà possibile rivolgersi al call center della ditta Astrotel ai seguenti numeri telefonici: 08251806043. Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19. A tal proposito, il sindaco di Crispano Michele Emiliano, si è così espresso:

Una procedura che, insieme all’assessore all’istruzione Carolina Cosentino, abbiamo voluto fortemente in previsione del possibile caos che si sarebbe potuto creare e, come alternativa valida, nella gestione di un servizio così importante. Una scelta per aiutare le mamme e i papà di Crispano a ottenere le cedole, senza dover affrontare lunghe e faticose procedure. Come sempre, siamo al lavoro per voi”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante