Nuovo stop alla produzione al sito Whirpool di Napoli: da oggi fino al 20 settembre, a causa di una ‘contrazione dei volumi produttivi’, si rende necessaria la collocazione in solidarietà dei circa 450 lavoratori dello stabilimento di via Argine.

A riportare il contenuto di un sms arrivato sabato scorso dalla multinazionale americana, alla vigilia dell’incontro di domani al Mise, è il segretario nazionale Uilm, Gianluca Ficco. Una delegazione di Fim Fiom e Uilm provinciali ha incontrato questa mattina l’assessore regionale alle attività produttive Antonio Marchiello alla vigilia nel nuovo tavolo Whirlpool previsto per domani a Roma.

Ne da notizia il segretario generale della Fiom di Napoli, Rosario Rappa: “Abbiamo ricordato la nostra posizione nettamente contraria alla riconversione dello stabilimento e ribadito la necessità di conoscere la posizione del governo campano al tavolo. L’assessore ci ha garantito la presenza della Regione al confronto e il sostegno alle ragioni del sindacato, ribadendo la disponibilità a mettere in campo tutti gli strumenti possibili, dalla Zes agli accordi di programma, per favorire i processi di crescita economica del territorio”.

LASCIA UN COMMENTO