A Sant’Antimo i Carabinieri della Compagnia di Giugliano hanno arrestato un uomo, accusato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

L’uomo, vicino ai clan della zona di Sant’Antimo, Casandrino e Grumo Nevano, era stato denunciato da un imprenditore, titolare di una società edile con sede a Quarto, che aveva subito minacce sul cantiere dei lavori.

Le indagini hanno addirittura consentito di scoprire che l’uomo aveva intimato la sospensione del lavori per “regolarizzare un pagamento agli amici di Sant’Antimo“.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.