Resta sintonizzato

Afragola

[ESCLUSIVA] AFRAGOLA. La Segretaria chiede ai dirigenti il motivo dei ritardi sul Lu.Mo.

Pubblicato

il

AFRAGOLA – La questione Lu.Mo. non è ancora archiviata. La diatriba va avanti da più di un anno e in tal senso si sono scritti fiumi di parole. L’affidamento è stato fatto nell’Aprile del 2018 e tutt’oggi nonostante il cambio di guardia al Comune, la struttura non è stata ancora consegnata.

Le conseguenze di quest’annoso ritardo si sono riversate sulla cittadinanza visto che dall’ente comunale si sono versati già più di sessantamila euro per la guardiania, visto che gli immobili hanno già subito i primi atti di vandalismo così come riportava il Consigliere Crescenzo Russo su Facebook.

La polemica è arrivata in aula nell’ultimo Consiglio Comunale dove un’agguerrita opposizione ha potuto dare facilmente addosso all’unico che in questo momento storico si sta accollando tutte le colpe e le responsabilità, ossia il sindaco Grillo.

Un sindaco oramai lasciato solo dalla sua maggioranza. L’unico motivo che lo mantiene ancora legato alla poltrona è il suo immenso amore per la propria città e la voglia matta di dimostrare che la scelta del suo nome non è stata fatta per mero opportunismo ma perché in lui ci sono tutte le competenze per dimostrare di saper e poter fare. Peccato che di questi valori, consiglieri e assessori se ne infischiano, visto che nell’ultimo Consiglio Comunale nessuno dei consiglieri di maggioranza – a parte blandi interventi che non hanno aggiunto e tolto nulla alle questioni dei vari Di Maso e Francesco Fusco – ha voluto o potuto togliere il sindaco dall’angolo del ring dove l’aveva relegato l’opposizione tutta.

Così all’indomani di quell’infuocato Consiglio Comunale, dove grazie alla Interrogazione consiliare presentata dal Consigliere Crescenzo Russo, la Segretaria comunale non ha potuto fare a meno di chiedere lumi al Dirigente del settore Lavori Pubblici, Servizio Patrimonio e per conoscenza al Sindaco sui motivi che hanno spinto i vari dirigenti interessati a non assegnare in tempo la struttura nonché quali siano state le procedure che hanno indotto l’assegnazione all’A.S.D. Atlantide. Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo siamo venuti in possesso della missiva scritta dalla Segretaria che proponiamo di seguito.

Afragola

Afragola. Fondi per la rigenerazione e riqualificazione del Rione Salicelle

Pubblicato

il

Il Commissario Straordinario comunica che la città di Afragola avrà la possibilità di usufruire dei fondi derivati dal progetto “Interventi di Rigenerazione e riqualificazione di Aree e Immobili Degradati e Potenziamenti delle Infrastruture e Servizi del Rione Salicelle”.

La somma dei fondi è pari a 15.000.000.00 di Euro per la riqualificazione delle aree pubbliche e rigenerazione del tessuto socio-economico

Continua a leggere

Acerra

Vaccini. Open Day Pfizer e Moderna Asl Napoli 2 Nord: a chi sono riservati e da quando

Pubblicato

il

Riprendono gli Open Day per la vaccinazione contro il Covid 19 in tutti i centri dell’Asl Napoli 2 Nord.

L’attività, riservata a chi non ha fatto ancora la prima dose, era stata interrotta a causa delle ridotte scorte di vaccini.

All’interno delle 23 strutture vaccinali, i cittadini residenti nei 32 Comuni di competenza dell’Asl Napoli 2 Nord potranno presentarsi muniti di un documento di identità e tessera sanitaria per sottoporsi a vaccinazione con Pfizer e Moderna.

L’accesso diretto sarà possibile già dalla giornata di domani 20 luglio.

Per maggiori informazioni sulle sedi dei centri vaccinali è possibile consultare il sito web www.aslnapoli2nord.

Continua a leggere

Afragola

AFRAGOLA. Tutti giocano in difesa, ma non si sa chi attacca! Tentativi per il quarto polo civico.

Pubblicato

il

AFRAGOLA – Oramai Agosto è alle porte e tra un pensiero alle vacanze e uno sguardo alla campagna elettorale, al Ministero degli Interni c’è chi pensa di anticipare la data delle elezioni, così ad Afragola tutti si apprestano a chiudere il proprio schieramento. Tutti tranne il centro sinistra che col PD ancora arroccato per metà sul nome di Domenico Tuccillo non riesce ad aggregare né ad attirare le simpatie dei suoi stessi commensali, anche se alla fine il M5S sarà costretto ad ingoiare il rospo del nome sempre discusso.

Ad oggi, solo due schieramenti ufficiali si registrano nel comune normanno, quello di Antonio Pannone del centrodestra e quello di Gennaro Giustino del centro moderato. Del primo, oltre la propria investitura si è vista solo una timida Comunicazione fatta con una grafica discutibile ed elementare su due vele che girano per la città e il secondo che a distanza di una settimana dalla sua nomina non ha avuto neanche il coraggio di dire grazie a mezzo social a chi l’ha scelto.

Una partita a scacchi giocata in difesa dai due candidati a sindaco e non si capisce in difesa da quale mostro politico in arrivo. Antonio Pannone per mesi assente dalla ribalta afragolese, solo l’altro ieri ha avuto il coraggio di rilasciare qualche dichiarazione alla Stampa, in occasione dell’incontro organizzato dai GD (Giovani Democratici), anche se non si è capito ancora cosa ci facesse lì il candidato a Sindaco di centro destra e perché, invece, risultavano assenti il potenziale candidato a Sindaco del centrosinistra e alcuni esponenti del PD. Misteri della politica afragolese.

Gennaro Giustino, invece, dopo la nomina di candidato a Sindaco è scomparso dalla ribalta comunicativa afragolese. Si è rintanato, quasi si vergognasse dell’investitura. Gli unici a “parlare” a mezzo social sono i suoi candidati. I più attivi Tommaso Bassolino e Raffaele Falco. Ultimo e non per ultimo, visto che nel precedente editoriale avevo già anticipato che pezzi del centrodestra sarebbero confluiti nella coalizione di Gennaro Giustino è stato Vincenzo De Stefano che attraverso il proprio profilo Facebook ha comunicato la propria adesione alla coalizione del centro moderato.

Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo quello che sta uscendo fuori negli ultimi giorni è l’ipotesi della formazione di un quarto polo formato da tutti quei personaggi politici che non hanno trovato giusta collocazione negli schieramenti finora illustrati.

Nicola Perrino, Giovanni Casillo e Tania Cuccurese starebbero prendendo in seria considerazione di formare una quarta coalizione, quella che risulterebbe a tutti gli effetti una coalizione civica pura. Ma anche in questo caso ci sarebbero degli intoppi, visto che tutti e tre formanti questo schieramento coverebbero sogni di gloria e tutti e tre si sentono pronti, in egual misura, a rappresentare la coalizione alla prossima tornata elettorale. Come andrà a finire? Solo il tempo ce lo saprà dire.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante