A Sant’Antimo i Carabinieri hanno arrestato un 33enne e un 36enne, entrambi napoletani, per estorsione continuata e lesione personale aggravata.

Per la stessa motivazione, è stato eseguito un provvedimento dell’obbligo di dimora a carico di un incensurato 23enne di Melito.

Nel mese di giugno, i tre hanno affittato, in via Appia, un grande spazio di un’autorimessa, adibendolo ad autolavaggio.

I tre, però, dopo poco tempo, hanno iniziato ad appropriarsi indebitamente dell’intera attività commerciale, sottoponendo il legittimo proprietario dell’area ad una serie di violenze e spacciandosi per membri appartenenti alla delinquenza napoletana.

L’uomo è stato addirittura picchiato con una mazza di ferro e minacciato; inoltre i tre hanno anche preso a calci la sua compagna.

Infine hanno sottratto alla vittima la carta bancomat e hanno affisso, all’esterno dell’attività commerciale, il cartello di “Nuova Gestione”.

LASCIA UN COMMENTO