Resta sintonizzato

Campania

Salvini ufficializza il “nuovo corso” della Lega. Tutta la verità sulla kermesse napoletana

Pubblicato

il

Parte il nuovo corso della Lega in Campania. Al Cinema Metropolitan a Napoli Salvini “battezza” il Carroccio. Con tanto di uomini e struttura. Così com’è stato ampiamente previsto nei giorni scorsi, l’ex vicepremier affida il timone regionale a Nicola Molteni. Una figura vicinissima al leader leghista e non ingombrante sul piano politico. Ma che gli permetterà di avere il controllo scientifico sul reclutamento che il partito adotterà sui territori campani nei prossimi giorni. Proprio così. La verità come sempre sta nel mezzo. Perché al di là delle dichiarazioni di facciata rese alla stampa, la kermesse napoletana stabilisce un criterio politico ignorato da molti addetti ai lavori. Salvini non vuole problemi di nessun genere in Campania. Etici e giudiziari. Ed intende avere l’ultima parola sulle liste per le elezioni regionali e, di conseguenza, sui “generali” con tanto di truppe attraverso cui la Lega maturerà la sua formazione partitica nei prossimi tempi.

In altre parole Molteni, originario della provincia di Como (e non è un caso che l’ex Sottosegretario agli Interni non sia espressione del territorio campano) rappresenta lo strumento più congeniale per inaugurare quel nuovo corso tanto atteso (ed anticipato da noi di Minformo) dagli elettori leghisti che alle ultime elezioni europee hanno votato in massa il partito in Campania. Finita qui? Nemmeno per sogno. Facciamo un piccolo passo indietro. Negli ultimi mesi si è tanto parlato della deputata afragolese Pina Castiello o dell’europarlamentare Valentino Grant, originario di Casagiove, alla guida del partito in regione. Niente da fare. Una nomina, quella di Molteni, che va in direzione diametralmente opposta e che, a questo punto, puzza di bocciatura per i due esponenti campani. Pane al pane, vino al vino. Salvini ha preferito affidarsi ad un suo fedelissimo per tingere di verde la Campania anziché rivolgersi all’attuale truppa leghista. Non a caso nei prossimi giorni 10-15 giorni Nicola Molteni nominerà i segretari provinciali (Napoli, Caserta, Avellino, Benevento, Caserta) i quali, a loro volta, nomineranno i coordinamenti cittadini. Nel giro di un mese, o al massimo due, la Lega avrà una propria identità distinta e distante dai tratti estremisti che una certa sinistra, e soprattutto certi personaggi che navigano attorno al progetto leghista in cerca di visibilità, desidera come il pane diventando, nei fatti, un partito moderato di stampo cattolico. Si scrive Molteni, si legge Salvini. La “democristianizzazione” della Lega in Campania è appena cominciata.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

La confessione dell’assassino del Bambino

Pubblicato

il

A un tratto l’ho preso in braccio e sono uscito fuori dal balcone. Giunto all’esterno con il bambino tra le braccia, mi sono sporto a ho lasciato cadere il piccolo”.  Queste sono le parole di Mariano Cannio il 38enne per il quale oggi i giudici hanno confermato il fermo per l’omicidio del piccolo Samuele, il bimbo di 4 anni morto dopo la caduta dal balcone di casa a via Foria.

Ho immediatamente udito delle urla – ha aggiunto Cannio – e mi sono spaventato consapevole di essere la causa di quello che stava accadendo”. A mettere i brividi è però un’ulteriore dichiarazione: “Sono andato a mangiare una pizza nella Sanità”.

Ora per il 38enne i legali potrebbero chiedere verifiche psichiatriche, per stabilire cioè se fosse capace di intendere e volere al momento dell’incidente e se sia una persona socialmente pericolosa. 

Continua a leggere

Campania

Aggiornamenti Covid in Campania

Pubblicato

il

Sono 198, in Campania, i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore su 6542 test. Come ogni fine settimana, quando diminuisce il numero dei test, aumenta il tasso di incidenza che passa dal 2,’2% al 3,02%.

Sette i decessi; 5 deceduti in precedenza ma registrati ieri. In merito alla situazione negli ospedali, calano leggermente i ricoveri in terapia intensiva (-2), e anche in degenza (-5).

Continua a leggere

Campania

Morte del bimbo di 4 anni convalidato dal gip il fermo per il domestico

Pubblicato

il

Il gip di Napoli, Valentina Gallo, ha convalidato il fermo emesso sabato scorso dalla Procura di Napoli riguardo l’uomo colpevole dell’omicidio di Samuele il bambino morto per essere caduto nel vuoto venerdì scorso in via Foria a Napoli. Questa mattina c’è stata l’udienza di convalida l’uomo ha reso parziali ammissioni riguardo all’accaduto.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante