AFRAGOLA – Nella giornata di oggi si è svolta la Conferenza dei capigruppo che ha sancito un doppio appuntamento di Consiglio Comunale. Il 26 Novembre si terrà un Consiglio comunale di tipo ispettivo con il quale si discuterà dello stato economico dell’ente in base anche alla relazione redatta dal responsabile dei Tributi e Finanza Chiauzzi e consegnata nelle mani del sindaco e della segretaria. Mentre il 29 Novembre si terrà lo stesso Consiglio Comunale, con gli stessi punti all’Ordine del giorno che andò deserto la scorsa volta per numero legale non raggiunto.

Praticamente tutto nella normalità, come sempre, anche perché il Comune di Afragola è tenuto ad approvare il Bilancio consolidato, essendo già in regime sanzionatorio, visto che senza l’approvazione del consolidato, inoltre, non si può passare neanche a nuove assunzioni, tanto è vero che fino al 29 Novembre si sarà tenuto il Comune in pieno stallo per quasi un mese ma la stranezza non risiede in queste piccolezze.

È da giorni che sul territorio, a mezzo di alcuni Consiglieri comunali abituati allo strombazzamento del nulla con l’aiuto di certa stampa solita a dare fiato alle trombe, riempiendosi la bocca e titoloni di parole come contrasto, conflitto di interessi, inchieste della Procura, arresti, obblighi di dimora, cubature gonfiate, patrimonio abusivo e danno erariale, facendo un minestrone di urbanistica e SUAP con il solo scopo sensazionalistico di affermarsi tra chi sul territorio è dedito allo scoop, non si fa che parlare di istituzione di una Commissione Consiliare d’inchiesta che avrebbe il compito di far luce sugli abbattimenti e sull’abusivismo.

Bene, la frase “far luce” ci piace! La trasparenza è l’unico valore per il quale ci siamo sempre battuti, peccato però che questo non lo possono dire tutti i nostri colleghi perché tra conflitti di interessi e ignoranza a parlare di urbanistica, negli ultimi giorni, non si è fatto altro che fare molta ma molta confusione.

Innanzitutto teniamo a precisare che le Commissioni Straordinarie d’Inchiesta non le nomina un semplice Consigliere Comunale attraverso organi di stampa. L’unico organo dedito ad approvare l’istituzione di una Commissione Straordinaria è il Consiglio Comunale allora quale buon’occasione farne menzione nella Conferenza di capigruppo tenutasi stamattina? Perché invece qualcuno tenta di dare solo fiato alle trombe con articoli sensazionalistici su certi organi di stampa che hanno già dimostrato abbondantemente di saperne poco quanto nulla in materia, visto che addirittura si è proposto come elemento suppletivo all’interno della Commissione quando si sa benissimo che non potrebbe mai averne diritto? Ma soprattutto perché si continua a dare adito a chi ha seriamente imbracciato una lotta in favore di chi ha commesso un reato?

Allora, premesso che la istituzione di una Commissione straordinaria di inchiesta sull’abusivismo è l’idea più inutile dopo quella che ha istituito la figura del bagnino alle olimpiadi di nuoto, ci domandiamo: Perché il Consigliere Montefusco, il primo promotore di tale Commissione, già Presidente della Commissione Territorio non comincia a fare inchiesta con la sua Commissione già istituita? È forse il gettone il motivo che differisce la prima dalla seconda? Ma soprattutto, cosa si spera di risolvere con l’istituzione di tale Commissione?

Davvero si è così sprovveduti o arroganti da sostituirsi alle sentenze di un giudice? Ma poi, la maggioranza non era già convinta di aver risolto il problema votando le deliberazioni sull’housing sociale? Cosa c’è da sapere o da indagare? Nulla, semplicemente, si vuole continuare a perdere tempo e continuare a fare un minestrone tra abusivismo, permessi a costruire e SUAP con la speranza che forse ci sarà qualcuno che sentendosi preso in causa possa abbassare la guardia, peccato però che chi non ha nulla da perdere non abbasserà mai la guardia e a tal proposito vorrei fare qualche riflessione.

È evidente che questo sia un aborto partorito da quel tavolo Venerdì scorso al bar, che tra una bottiglia di vino ed un’altra qualche “genio della lampada” ha avuto questa ideona, ma la cosa più sconfortante è che dal silenzio del sindaco ne possiamo dedurre la costituzione della Commissione più inutile della storia. E il mio pensiero va ai moderati della maggioranza, a Forza Italia ma soprattutto al duo da sempre bistrattato De Stefano-Moccia. Sono ancora convinti che il primo cittadino possa ascoltare le loro richieste? Oramai nulla per nulla i democratici popolari, se insisteranno a restare in questa maggioranza senza aver mai avuto voce in capitolo, dovranno spiegare alla città i propri interessi, visto che non fanno parte del cerchio magico del primo cittadino e il partito azzurro spiegare cosa ne pensa di quest’ulteriore dispendio di soldi pubblici e di energie a vuoto, visto che si sono sempre prodigati dalla parte della difesa dei conti pubblici.

LASCIA UN COMMENTO