Questa mattina, all’alba, a Pozzuoli sono state arrestate due persone, accusate, a vario titolo, di tentata estorsione.

Il provvedimento è stato eseguito dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Napoli e della Compagnia di Pozzuoli, in seguito ad acquisizioni investigative coordinate dai magistrati della DDA della Procura di Napoli, nei confronti delle organizzazioni camorristiche operanti nell’area flegrea, che hanno raccolto indizi determinanti a riconoscere la condotta illecita posta in essere dagli indagati.

I due indagati avrebbero effettuato una prima richiesta estorsiva nei confronti del titolare di un box frutta all’interno del mercato orto-frutticolo di Pozzuoli per il recupero credito della somma di 100.000 euro e la contestuale richiesta di “pizzo” per il sostentamento degli affiliati detenuti in carcere di ulteriori 5000 euro.

Poi si sarebbero resi autori di una richiesta di una imprecisata somma di denaro avanzata nei confronti dei dipendenti del Comune di Pozzuoli con funzioni di vigilanza nel summenzionato mercato orto-frutticolo.

LASCIA UN COMMENTO