AFRAGOLA – L’assenza delle luminarie ad Afragola oltre che a destare delusione e indignazione sul territorio, fa nascere anche il dibattito tra gli addetti ai lavori.

Ieri abbiamo potuto leggere il pensiero del Consigliere Boemio e a tal riguardo oggi si è espressa anche la Consigliera dei “Democratici popolari per Afragola” Grazia Moccia che ha tenuto a far sapere anche il suo punto di vista e a ribadire che le sue dichiarazioni non sono affatto una risposta al leader di Campania Libera di Afragola, che in effetti condivide solo in parte, ma semplicemente un modo per far capire agli afragolesi quanto sia importante anche il suo punto di vista che sicuramente sarà condiviso da una gran fetta di afragolesi.

La Consigliera Moccia, oltre alla tristezza del Natale è anche costretta a lottare, fin dall’inizio del suo insediamento, per ottenere una giusta rappresentanza in giunta e un po’ di considerazione da parte del sindaco Grillo e davanti ai nostri taccuini ha dichiarato: “Oggi la città, la mia città festeggerà il Natale come se fosse in “LUTTO“! Da che ho memoria nelle case buie durante le  festività natalizie dove non c è nemmeno un piccola lucina ad illuminare ad intermittenza è una casa dove si vive un profondo dolore per la perdita di una persona cara e per tanto in segno di tale dolore si resta al buio! Lutto!

Ad Afragola – continua la consigliera – ci sono famiglie che hanno bisogno di un sostentamento senz’altro ma anche voglia di respirare aria di festa!
E con loro anche le famiglie che dignitosamente riescono a mettere sotto al proprio albero dei regali. Bisogna anche scendere per strada ed essere accolti e travolti dalla magia del Natale senza esagerazioni ma razionalizzando”.

LASCIA UN COMMENTO