La Guardia di Finanza di Torino, questa mattina, ha effettuato diversi controlli a Napoli, Roma, Milano, Palermo, Teramo e Torino.

L’inchiesta riguarda la rete di scommesse online: due rappresentanti legali di concessionari dovranno rispondere di accesso abusivo ai sistemi informatici ed esercizio abusivo di attività di gioco o di scommessa.

Le indagini hanno portato alla scoperta di un centro scommesse illegale, mascherato da punto raccolta.

I due concessionari, coinvolti nell’inchiesta, avevano predisposto le loro piattaforme di gioco in modo tale da memorizzare i dati sensibili di accesso ai conti gioco aperti dai clienti, senza l’immissione di password personali.

I militari hanno congelato 60 siti di scommesse e denunciato tre persone: i due rappresentati legali dei concessionari statali con sede a Roma e Napoli e l’amministratore di una terza società milanese, risultata affiliata ad uno dei concessionari.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.