Ieri, nella casa di reclusione di Carinola, in provincia di Caserta, un detenuto ha aggredito il suo educatore, spingendolo e facendolo cadere dalle scale.

L’educatore, soccorso dal personale sanitario del 118, ha riportato un trauma alla spalla.

Secondo le notizie diffuse dall’USPP, il detenuto è stato sottoposto a procedimento disciplinare e deferito all’Autorità Giudiziaria.

I Segretari Nazionale e Regionale dell’Uspp, Parisi e Auricchio hanno commentato l’episodio, esprimendo solidarietà all’educatore:

Con la cosiddetta vigilanza dinamica, la sicurezza andrebbe gestita come ordine pubblico, utilizzando mezzi e strumenti appropriati per tutelare lavoratori e reclusi.

La maggior parte di questi, vogliono scontare il loro debito sociale senza essere coinvolti dall’intolleranza di alcuni facinorosi agevolata dalle nuove modalità custodiali che prevedono l’apertura irrazionale“.

LASCIA UN COMMENTO