Nell’ambito di controlli mirati sulla sicurezza alimentare, i Carabinieri hanno sequestrato oltre 200 kg di pane a Napoli e in provincia.

In particolare, a Caivano, i militari hanno bloccato l’autista di un furgone, che trasportava cesti di pane privi di indicazioni sulla tracciabilità.

I Carabinieri, insieme ai Nas, hanno poi individuato i locali dove veniva preparato e venduto il pane, constatando la presenza di prodotti esposti senza alcuna protezione, confezione e indicazioni sulla filiera produttiva: sequestrati 120 chili di pane e prodotti da forno e titolare multato per 1500 euro.

Ad Afragola, in seguito a controlli, i militari hanno sequestrato 31 kg di prodotti da forno e inoltre hanno sanzionato per 1500 euro  il titolare dell’attività che, oltre ad esporre prodotti senza indicazioni sulla tracciabilità, garantiva lavoro in nero a due persone.

Infine a Giugliano è stato denunciato e sanzionato per 6000 euro un 67enne, sorpreso a gestire un panificio abusivo nella sua abitazione, dove aveva installato un’impastatrice industriale e due forni a legna: l’attività e i materiali sono stati sequestrati.

Denunce e sequestri anche a Napoli, nei quartieri di Pianura, Rione Traiano, San Giovanni a Teduccio, dove il pane veniva venduto su bancarelle improvvisate in strada o in auto.

LASCIA UN COMMENTO