A Ercolano, un 41enne, di origini ucraine e già noto alle forze dell’ordine, è stato sottoposto al divieto di dimora nella provincia di Napoli.

L’uomo, accusato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, gestiva un centro massaggi di Ercolano, dove però venivano effettuate anche prestazioni sessuali in cambio di denaro, tra i 60 e i 100 euro.

Secondo la prima ricostruzione, il 41enne prendeva una percentuale su ogni prestazione sessuale.

LASCIA UN COMMENTO