A margine della deposizione delle corone di alloro alla Foiba di Monrupino a Trieste, in occasione del Giorno del Ricordo, Matteo Salvini ha affermato:

Folle chi nega la Shoah e folle chi nega le foibe. Il nemico da combattere è ancora l’indifferenza, la violenza e l’ignoranza.

Oggi è una giornata importante che dovrebbe unire tutto il Paese in nome del ricordo di tutte queste migliaia di donne, uomini e bambini massacrati solo in quanto italiani. Una vera e propria pulizia etnica fatta dai comunisti slavi e non solo.

Onorare il ricordo del passato perché non accadano mai più bestialità simili in futuro. Spiace che ci sia ancora qualcuno che ritiene che ci siano morti di serie A e morti di serie B e che questi italiani siano un po’ meno morti perché morti per mano comunista. Sono pochi i negazionisti rimasti“.

LASCIA UN COMMENTO