ISOLA ECOLOGICA COMUNALE: FUNZIONAMENTO E TIPOLOGIA DI RIFIUTI DA CONFERIRE

In un sistema basato sulla raccolta differenziata “Porta a Porta”, in cui i rifiuti vengono ritirati in base a un calendario preciso, l’isola ecologica ha una importanza fondamentale per tutti i cittadini. È un servizio a disposizione della comunità cittadina per incrementare il rispetto per l’ambiente, disincentivare l’abbandono abusivo dei rifiuti sul territorio e agevolare il recupero degli stessi.

Presso l’isola ecologica comunale sita in Via Pietro Nenni possono recarsi i cittadini di Casoria che sono in regola con il pagamento della tassi rifiuti, muniti di un documento di riconoscimento. L’ingresso all’isola ecologica è consentito ai privati cittadini nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al sabato dalle ore 8 alle ore 14.

Il martedì e il giovedì è previsto un prolungamento dell’orario di apertura fino alle ore 16.30.

Le modalità di accettazione dei rifiuti all’isola ecologica sono dettate dal Regolamento per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, approvato dal consiglio comunale.

In particolare si ricorda che è possibile conferire:

– rifiuti RAEE (televisori, computer, stampanti, monitor, piccoli elettrodomestici e similari…)

– rifiuti ingombranti (mobili, divani, sedie, materassi)

– pile e batterie sauste

– oli esausti

– medicinali scaduti

– abbigliamento

L’unica eccezione, al momento, riguarda le lampadine ed i neon. La società Casoria Ambiente ha più volte sollecitato, negli ultimi mesi, i consorzi RAEE a fornire i contenitori per la raccolta, senza i quali questa tipologia di rifiuti non può essere prelevata. Ci stiamo adoperando e speriamo di risolvere nel più breve tempo possibile la problematica; daremo comunicazione dell’avvenuta risoluzione e dunque della possibilità di conferire anche lampadine e neon.

Per un corretto funzionamento dell’isola ecologica, l’utente, in via preventiva, deve selezionare e distinguere i diversi rifiuti, al fine di rendere più snelle le operazioni di conferimento nelle rispettive filiere di destinazione, così come è necessario consentire agli operatori di controllare le tipologie da conferire.

Ricordiamo inoltre, a tutti, che è tassativamente vietato il conferimento di qualsiasi manufatto in eternit o contenente amianto.

Si invita la popolazione a rispettare queste semplici ma fondamentali regole di comportamento.

LASCIA UN COMMENTO