AFRAGOLA. È di ieri la notizia, lanciata anche dal nostro portale, dove un giornalista locale, in questo caso afragolese, ha allertato gli organi competenti perché su Facebook aveva letto un annuncio apparso alquanto strano.

Infatti attraverso il profilo di tale A.B. si leggeva: “Sierologia per COVID-19 SAN PIO X (Afragola)” e nel resto del post erano indicate modalità di prelievo secondo il quale il centro effettuava un’indagine anticorpale attraverso l’esame del sangue diversamente dall’esame effettuato tramite tampone come avviene esclusivamente all’Ospedale Cotugno.

Inoltre all’interno dell’annuncio si informava i lettori che tale prelievo poteva essere effettuato anche a domicilio e il tutto prevedeva una spesa di € 120,00.

All’indomani della segnalazione del giornalista sul posto si sono riversati ispettori dell’ASL per aprire le indagini e valutare se fosse stato il caso o meno di interessare anche la magistratura e contestualmente dal social network sono scomparsi anche i post pubblicati che promuovevano il servizio.

Ad oggi non si sa ancora se chi ha pubblicato tale post fosse stato autorizzato dal Centro Polidiagnostico o meno e se realmente il Centro San Pio X fosse a conoscenza dell’iniziativa pubblicata da A.B. Sono in corso le indagini e vi terremo aggiornati.

LASCIA UN COMMENTO