Il Sindaco di Crispano Michele Emiliano, attraverso la sua pagina Facebook, ha comunicato:

I SERVIZI SOCIALI SONO ATTIVI, STIAMO AIUTANDO LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ

I servizi sociali e l’assessore Lara Imitazione sono attivi da giorni per sostenere chi è in difficoltà.

Abbiamo attivato il seguente numero: 081.8341954 cui risponde direttamente l’ufficio politiche sociali e attraverso il quale è possibile mettersi in contatto per ricevere sostegno anonimo da parte dell’ente;

In questi giorni abbiamo ricevuto importanti gesti da parte di tante persone che hanno inteso donare senza cercare visibilità. Con questi contributi abbiamo messo da parte una scorta di beni di prima necessità tali da poter sopperire ampiamente alle richieste che sono fin qui arrivate. Siamo pronti, qualora fosse necessario, ad aumentare ulteriormente questa dotazione e a lanciare un appello a tutti quelli che vogliano partecipare;

Per ora sono state soddisfatte le esigenze di tutte le famiglie che hanno fatto richiesta e stiamo mettendo in campo diverse iniziative per tutti i nostri concittadini che chiederanno un sostegno.

Esiste poi un altro problema che si verificherà quando la crisi sarà alle spalle, quella delle tante attività, dei dipendenti di aziende in difficoltà.

A tempo debito, e con l’approvazione del prossimo bilancio, valuteremo ulteriori iniziative compatibilmente con le risorse finanziarie dell’Ente, senza alcuna demagogia e con la massima concretezza, la stessa concretezza che sino ad oggi ha connotato la nostra azione amministrativa, fatta di fatti e non di chiacchiere. E non giustificheremo chi, oggi, solo per un pizzico di visibilità, tenta di raccogliere consensi strumentalizzando le preoccupazioni dei cittadini;

Al momento stiamo facendo fronte senza utilizzare strumenti di propaganda ma mostrando solidarietà vera attraverso il Centro Operativo Comunale, i tanti volontari e gli uffici di politiche sociali. 

Restiamo comunità, non ascoltiamo le sirene della paura e se conoscete qualcuno che ne ha bisogno, segnalate il numero. Interverremo senza urlarlo, in silenzio, nel rispetto della dignità di chi ha bisogno“.

LASCIA UN COMMENTO