CARDITO – Ieri attraverso il Decreto del Presidente del Consiglio dove erano riportate tutte le cifre della ripartizione dei 400 milioni di euro destinati al fondo di solidarietà ai Comuni si è scoperto che a Cardito sono stati assegnati € 228.573,03 ma il sindaco, la giunta e il Presidente del Consiglio hanno ritenuto opportuno aggiungere a questa cifra anche le loro indennità.

Partendo dal presupposto che a Cardito ci sono circa 7500 nuclei familiari di cui 1400 già godono di sostegno pubblico attraverso il Reddito di Cittadinanza, i nuclei familiari scendono a 6100, ovviamente non tutti i nuclei familiari di Cardito vivono sotto la soglia di povertà ma se dividiamo l’intero importo ricevuto dal governo per buoni spesa di € 300,00 si può fare la spesa a circa 762 famiglie.

Per evitare che tale numero potesse risultare insufficiente l’Amministrazione Cirillo non si è placata e così ha ritenuto opportuno aprire altri canali di solidarietà, tra i quali quelli di rinunciare alle proprie indennità in maniera tale da aiutare altre famiglie bisognose.

A tutto questo poi c’è da aggiungere che sarà attivato anche un conto corrente apposito per le donazioni volontarie da parte dei cittadini che vorranno incrementare questo fondo per poter aiutare quante più famiglie possibili e non solo.

Il Sindaco Cirillo in persona, presso la sede comunale, ha incontrato i parroci del territorio e con loro ha pensato ad un ulteriore progetto solidale per essere di conforto a quanti non hanno da mangiare e vivono questo periodo con profonda angoscia. I cittadini di Cardito, che vorranno mostrare la propria vicinanza a queste famiglie con difficoltà economiche, potranno donare uno o più generi alimentari, o beni di prima necessità alle parrocchie che si occuperanno della distribuzione.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.