Resta sintonizzato

Afragola

AFRAGOLA. Appalti “mani pulite”. Esce fuori un secondo appalto da 27mila euro sempre alla famiglia Cerbone

Pubblicato

il

AFRAGOLA – La vicenda sull’appalto “mani pulite” si infittisce di un altro capitolo. Galeotte sono state le parole del tal Maurizio Cerbone che smentendo spudoratamente l’appalto assegnato alla sua azienda Komunitas srl parlava e informava i suoi cosiddetti fan che l’appalto, in realtà, apparteneva al fratello. Dal nostro secondo articolo, testimoniando ancora una volta il falso dichiarato dal giornalista di NanoTv e sospettosi del fatto che il nome del fratello Carlo in quell’appalto non compariva da nessuna parte, abbiamo fatto un piccolo salto a ritroso all’interno dell’Albo Pretorio del Comune e in realtà abbiamo trovato un altro appalto di mascherine e igienizzanti e stavolta però assegnato ad ADV Cerbone Solutions srl, azienda che fa capo a Carlo Cerbone. Evidentemente, quando il giornalista dichiarava con fervore che qualcuno voleva lanciargli fango addosso, non era a conoscenza dell’aggiornamento dell’Albo Pretorio. Ma veniamo ai fatti.

Quest’altro appalto assegnato al fratello del tal Cerbone Maurizio parte il 12 Marzo scorso e viene pubblicato sull’albo pretorio il 16 Marzo. In questo caso il Comune di Afragola e quindi i cittadini afragolesi spendono € 27.206,00 per la fornitura di materiale sanitario igienizzante da destinare alla distribuzione agli addetti ed ai visitatori degli Uffici del Comune di Afragola, in modo da prevenire la diffusione epidemiologica del coronavirus.

Ma come già illustrato nei precedenti articoli le stranezze sono sempre le stesse. Perché si sceglie di acquistare materiale da un’azienda che ha come oggetto sociale attività di natura pubblicitaria? E perché si sceglie di acquistare materiale igienizzante, fermandosi ad un solo preventivo e assegnare l’appalto in maniera diretta? Da quello che si legge nella determina che potete trovare qui, sembra che non siano state neanche acquistate mediante MEPA (Mercato Elettronico delle Pubbliche Amministrazioni). Ma andiamo oltre.

In questo caso gli afragolesi hanno comprato n°50 Mascherine Conchiglia cat. FFP2 con valvola – Questo tipo di mascherina protegge solo chi la indossa e non chi gli sta vicino – ad € 18,30 cad. n°200 Guanti monouso nitrile blu ad € 85,40; lt.37,50 di igienizzante disinfettante antibatterico a € 43,92 a litro e 4000 mascherine monouso di tipo chirurgico ad € 4,03 cad.

Il ragionamento è sempre lo stesso, le modalità di acquisto sono sempre quelle delle più sprovvedute visto che si sceglie di andare a comprare materiale igienizzante e sanitario in tipografia o dai giornalisti del territorio pagandoli a cifre esorbitanti, scambiando liquido igienizzante per champagne e il motivo, al di là delle smentite di rito o delle dichiarazioni sensanzionalistiche rivolte alla santità della propria immagine, resta sempre ignoto.

A tutto questo, non ci è sfuggito inoltre che la sede legale dell’ADV Cerbone Solutions srl coincide perfettamente con quella di Gerico srl di Angelo Capone commercialista. Di solito un amministratore di un’azienda come sede legale sceglie proprio quella del commercialista che detiene i registri contabili. La strana coincidenza è che i registri contabili della ditta assegnataria di un appalto di ventisettemila euro di soldi pubblici li detiene lo stesso commercialista che è Presidente del Nucleo di valutazione dello stesso comune che assegna l’appalto e che dovrebbe valutare l’efficienza della stessa dirigente che decide di comprare questo tipo di materiale da un’azienda sua cliente. Chi controlla il controllore?

Sperando di non dover assistere di nuovo ad un’altra esilarante diretta Facebook in perfetto “italiano correggiuto” dove, stavolta, è il fratello del giornalista a dirci che l’appalto è del fratello Maurizio, possiamo asserire che il dato sconvolgente che ne esce fuori ne è uno solo. Mentre addetti ai lavori, politici e giornalisti dell’igienizzazione si affannano ad autoreferenziarsi come persone sensibili e dediti al lavoro, c’è chi di questa emergenza ne approfitta per incassare più del dovuto. Riflettete gente.

Afragola

Uomo armato ad Afragola. Interviene la Polizia.

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Afragola, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Amendola ad Afragola per la segnalazione di una persona armata in strada.


I poliziotti, giunti sul posto, hanno individuato e bloccato l’uomo trovandolo in possesso di un revolver Harrington & Richardson Arms Company non censito cal. 7,65 Browning, di 2 cartucce e di un bossolo dello stesso calibro.


Gennaro Aristarco, 31enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per porto di arma clandestina e ricettazione.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Inseguimento in città: rapinatori in fuga

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Afragola, nel transitare sulla strada Sannitica, hanno notato una persona che, dall’esterno di un tabacchi, chiedeva aiuto indicando quattro uomini a bordo di due scooter che, alla vista dei poliziotti, si sono dati alla fuga in direzioni differenti.

Gli operanti hanno inseguito uno dei motoveicoli che in vicolo Salvator Rosa ha invertito il senso di marcia impattando contro l’autovettura di servizio.

Il conducente ed il passeggero hanno proseguito la fuga a piedi e, mentre il primo è riuscito a far perdere le proprie tracce, l’altro è stato preso.

Il passeggero si è infatti rifugiato in un garage in via Antonio Mancini dove è stato bloccato e trovato in possesso di una pistola Beretta cal. 7,65 con matricola abrasa completa di caricatore e cartucce con la quale, poco prima, aveva rapinato l’esercizio commerciale.

Luigi De Gais, 33enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per rapina aggravata, porto d’arma clandestina, ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché denunciato per danneggiamento aggravato dei beni della Pubblica Amministrazione; infine lo scooter, rubato domenica scorsa, è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Afragola

Afragola. Nuovo centro vaccinale in città: finalmente l’epilogo

Pubblicato

il

La commissione prefettizia di Afragola ha consegnato poco fa la struttura del Lumo all’ASL per la realizzazione di un centro vaccinale per la durata utile a vaccinare la popolazione Afragolese.

Finora in molti si erano fatti promotori di proposte e oggi la commissaria Anna Nigro e la disponibilità del gestore ASD Atlantide, hanno reso possibile la realizzazione di ciò che sembra quasi un sogno.

Il nuovo Centro Covid aprirà in città e ora spetta all’ASL attrezzare la sede nelle prossime settimane.

L’ASL Napoli 2 Nord  ha accolto la richiesta di allestire su questo territorio un presidio per effettuare la campagna vaccinale e il centro, come riportato in un nostro precedente articolo, verrà realizzato in locali del complesso Lumo resisi disponibili a seguito di accordi con il gestore della struttura.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante