Questa mattina, a Caivano, all’esterno della sede dei Servizi Sociali, c’è stata la protesta di migliaia cittadini, che da oltre 20 giorni aspettano di ricevere i buoni spesa.

Sono dovuti addirittura intervenire i militari dell’Esercito per riportare la situazione alla normalità.

Così nel pomeriggio è maturata la decisione del Settore Politiche Sociali del Comune di Caivano: per evitare sovraffollamento e assembramenti negli uffici comunali, i buoni saranno consegnati al domicilio dei benificiari, nel rispetto delle misure anti-contagio.

La distribuzione avverrà a partire da sabato 25 Aprile fino a giovedì 30 Aprile.

I Vigili Urbani e gli operatori di Volontariato Protezione Civile consegneranno i buoni e l’elenco degli esercizi commerciali convenzionati: i beneficiari, al momento della consegna, dovranno sottoscrivere il modulo di ricevuta dei buoni spesa.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.