Resta sintonizzato

Attualità

Secondigliano. Le piazze di spaccio ai tempi del Coronavirus

Pubblicato

il

Non si fermano, nemmeno in tempi di crisi, certi mercati. Anzi potremmo dire che proprio mentre il resto della gente fa fatica ad andare avanti, loro non fanno che arricchirsi.

A Napoli i pusher, la camorra e le piazze di spaccio non vanno di certo in quarantena. Gli effetti della crisi economica non colpiscono l’incontrastato mercato dell’illegalità. Com’è accaduto in passato in tempi di difficoltà, come si sa, chi è preda del disagio finisce per essere anche bersaglio della criminalità organizzata. Non sapendo a chi rivolgersi, i settori più deboli della popolazione, si affiliano all’unico comparto che non conosce crisi: quello dell’illegalità.

E’ così che in un territorio come quello di Secondigliano, di questi tempi, le piazze di spaccio sono più attive che mai. Si ingegnano in tutti i modi per mandare avanti il loro mercato. E’ così che in pieno giorno, sotto gli occhi di tutti, la loro merce viene prodotta, trasportata, diffusa e data ai consumatori.

Un ragazzo qualunque, dall’apparenza un pò intontita, cela sotto cassette di ortaggi, “prodotti” che gli sono stati affidati, ben più preziosi di un’insalta o di una lattuga. E’solo il primo vettore che porta la “merce” dal produttore al consumatore. Entra così, mimetizzandosi sotto un’apparente banalità, in un palazzo e da lì i “trasportatori di droga” partono, a piedi, per non dare troppo nell’occhio ed eclissandosi, con innocui zainetti o borse, tra le persone del posto. Si dirigono verso le piazze di spaccio della città, dove i pusher rivenderanno ai compratori la loro “merce”.

Lì dove la disperazione cresce, cresce anche la loro ricchezza. Un meccanismo perfetto, senza falle, che non si interrompe mai e che macina soldi a palate.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Ladri in trasferta per rubare dei gioielli, in manette tre napoletani

Pubblicato

il

Lo scorso weekend, la Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Genova e La Spezia, ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare in carcere, nei confronti di altrettanti soggetti residenti nel napoletano, arrestati con l’accusa di concorso in rapina aggravata ai danni dei rappresentanti di gioielli. L’indagine, ha avuto inizio a seguito di una rapina effettuata a marzo ai danni di un rappresentante di gioielli della provincia genovese. In particolare, quel giorno, due soggetti a bordo di una moto, con casco nero integrale, si erano avvicinati all’auto dei malcapitati, sottraendogli una borsa contenente gioielli per un valore di 130 mila euro.

L’attività d’indagine, ha consentito di individuare i transiti autostradali dei veicoli utilizzati per le rapine e anche la loro base, una struttura ricettiva in Toscana. Pertanto, tutti i soggetti, sono stati tratti in arresto lo scorso sabato, mentre si trovavano nelle loro case. I tre arrestati, sono stati poi condotti presso il carcere di Poggioreale a Napoli, mentre un quarto componente, è stato denunciato a piede libero.

Continua a leggere

Attualità

Sorpreso con pistola, droga e cartucce: arrestato 40enne

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, hanno tratto in arresto nel corso della mattinata odierna, un 40enne del luogo. In particolare, i militari dell’Arma, hanno perquisito l’abitazione dell’uomo e sequestrato una pistola Beretta provento del furto e 41 cartucce dello stesso calibro, nonché 56 grammi di marijuana. L’uomo, alla vista dei carabinieri, ha tentato invano di disfarsi dell’arma, del munizionamento e dello stupefacente, lanciandoli dal proprio balcone nel giardino del vicino di casa. L’arrestato, è stato poi condotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere, in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Attualità

Crispano, varata nuova modalità di gestione delle cedole e dei voucher per le scuole

Pubblicato

il

Il Comune di Crispano, a partire dall’anno scolastico 2021/22, ha adottato una nuova modalità di gestione delle cedole per gli alunni e le alunne delle scuole primarie statali e paritarie del territorio comunale. Pertanto, le cedole e i voucher, saranno forniti in formato digitale e potranno essere utilizzate presso le cartolibrerie/librerie accreditate, con avvisi da ricercare di volta in volta sul sito www.comune.crispano.na.it, mediante l’esibizione di un semplice Codice Pin, associato al codice fiscale dell’alunno beneficiario. Per quanto riguarda invece, la procedura di domanda, può essere presentata dal 21 settembre 2021 al 30 settembre 2021.

La procedura da seguire, è molto semplice, infatti sarà possibile rivolgersi al call center della ditta Astrotel ai seguenti numeri telefonici: 08251806043. Dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19. A tal proposito, il sindaco di Crispano Michele Emiliano, si è così espresso:

Una procedura che, insieme all’assessore all’istruzione Carolina Cosentino, abbiamo voluto fortemente in previsione del possibile caos che si sarebbe potuto creare e, come alternativa valida, nella gestione di un servizio così importante. Una scelta per aiutare le mamme e i papà di Crispano a ottenere le cedole, senza dover affrontare lunghe e faticose procedure. Come sempre, siamo al lavoro per voi”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante